Attacchi di panico, alcuni consigli per gestirli al meglio

Attacchi di panico e come controllarli. Ecco alcuni suggerimenti su come gestire i momenti in cui si manifestano i sintomi

Attacchi di panico, alcuni consigli per gestirli al meglio
Panico (Pixabay)

Gli attacchi di panico sono delle manifestazioni che purtroppo sono sempre più frequenti e spesso non è difficile liberarsene. La durata in sé non è eccessiva ma è la continuità nel tempo che porta la persona che ne soffre a sentirsi insicura e incapace di gestire alcune reazioni.

Ecco perchéè  importante imparare a capire come riconoscerli e come gestirli al meglio, riuscendo ad avere un minimo di controllo dei sintomi senza accentuare una situazione che già di per sé è difficile. Per imparare a fare tutto questo serve chiedere aiuto, capire che non c’è nulla di cui vergognarsi e che solo facendosi aiutare e guidare in un percorso serio se ne può uscire lasciando che gli attacchi di panico diventino poi solo un brutto ricordo.

Non c’è da nascondersi perché gli attacchi di panico sono una reazione sempre più diffusa purtroppo e anche molti vip e divi dello spettacolo hanno ammesso di averne sofferto. Vediamo alcune mosse che aiutano a gestirli nell’immediato.

LEGGI ANCHE –>  Sapete perché urliamo quando siamo arrabbiati? La verità

Attacchi di panico, i suggerimenti per controllarli

attacchi di panico come gestirli
attacchi di panico, i consigli per gestirlo

Attacchi di panico e come gestirli. Cosa non facile ma in questa guida cerchiamo di darvi solo alcuni consigli e suggerimenti che vi permettono di gestire la situazione di difficoltà, l’angoscia e il momento di smarrimento. Tenere a bada la paura, l’ansia e la perdita di controllo, è questo che bisogna cercare di fare nella vita di tutti i giorni per non arrivare alla situazione di apice massimo dove poi la cosa diventa ingestibile.

Un luogo tranquillo è sempre quello che serve per calmarsi e ritrovare la stabilità. Essere lontani dalle persone permette di sentirsi maggiormente a proprio agio, di non essere “soffocati” dalla folla e dalla costrizione che ne può derivare.

LEGGI ANCHE –>  Che cosa mangiare in caso di pressione bassa? Tra i rimedi naturali spicca la liquirizia

Questo però non significa che chi soffre di attacchi di panico deve evitare i luoghi affollati. Sentirsi in costrizione non significa che questo avvenga in presenza di tanta gente. Pensare che un luogo sia pericoloso ed evitarlo non funziona, alimenta solo il circolo vizioso dell’ansia. Inoltre, non bisogna mai pensare che questo stato duri in eterno. Sono solo momenti, azioni passeggere che anche con il controllo della respirazione e il pensare positivo si attenuano. Capire come respirare nei momenti più difficile e seguire un corso di rilassamento aiuta molto in questi casi.

Infine, ma non per importanza, è necessario che ognuno impari a riconoscere quando un attacco di ansia si sta manifestando sapendone riconoscere i sintomi, solo in questo modo si possono controllare ed evitare che si arrivi al picco.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *