Come pulire le mattonelle in cucina: metodi rapidi e infallibili

Come pulire le mattonelle della cucina, eliminando lo sporco dovuto al vapore carico di grassi, che finisce con il depositarsi sulle piastrelle.

piastrelle cucina
(Foto Pixabay)

 

È molto bello trascorre del tempo in cucina a preparare dei manicaretti, per la famiglia e per gli amici. Tutto questo però comporta una pulizia piuttosto intensa delle stoviglie e della stanza.

Ciò che maggiormente colpisce è il vapore carico di grassi che sporcano le mattonelle. Ci vorrebbero delle giornate intere da dedicare alla pulizia, a volte sembra impossibile, visti gli strumenti, il tempo e i risultati che tra l’altro non sono mai come vorresti.

Nell’articolo di oggi andremo a scoprire come pulire le mattonelle della cucina per renderle splendenti come appena posate.

Come pulire le mattonelle della cucina

Tutte noi vorremmo una bacchetta magica per tenere la nostra casa sempre splendente ma purtroppo non però non l’abbiamo.

come pulire le mattonelle cucina
(Foto Pixabay)

Ci sono però alcuni metodi che sono funzionali, economici e veloci. Vediamo i migliori consigli su come pulire le mattonelle della cucina.

Pulire le mattonelle della cucina non è particolarmente faticoso, ma è un’operazione lunga e, quando decidi di farlo, è bene che la pulizia sia profonda e soprattutto che abbia il risultato sperato.

Ecco i migliori consigli su come pulire le mattonelle della cucina e le loro fughe:

  • l’alcool: per pulire le piastrelle con alcool e lasciarle lucide e prive di aloni, basterà passare sulle mattonelle un panno in cotone, dopo averci spruzzato sopra un po’ di alcool. L’unico problema è l’odore che rimane nell’aria, molto spesso può risultare sgradevole, ma l’igiene è assicurata. Inoltre non è da sottovalutare che l’alcool asciuga molto rapidamente;
  • il bicarbonato: è il rimedio che tutti conoscono ed è utilizzato un po’ per tutto e perciò anche per le mattonelle. Il bicarbonato è utilissimo per rimuovere le macchie ostinate di calcare dalle piastrelle. Basterà preparare una pastella usando bicarbonato di sodio e acqua tiepida. Dopodiché strofinarla sulle mattonelle. Risciacquarla e asciugarla con un panno bianco asciutto;
  • l’aceto: dopo aver pulito le piastrelle con un normale detergente spray, puoi spruzzare su di esse dell’aceto bianco e poi asciugare con un panno umido. Eliminerà il grasso e l’odore sgradevole;
  • l’acqua ossigenata pura (a 12 volumi): schiarisce le macchie che si formano lungo le fughe. Poi asciugandole con cura, rimarranno lucide per giorni oltre che detergerle.

Potrebbe interessarti anche: Pulire la cucina in modo facile e veloce grazie a 4 semplici mosse

Pulizia delle fughe tra le mattonelle

pulire mattonelle rimedi naturali
www.inran.it

Le mattonelle non sono l’unico problema molto spesso le fughe delle piastrelle della cucina sono quelle che più probabilmente si inzuppano di sporco e grasso a causa di tutti i fumi che vengono sprigionati quando cucini.

Il materiale con cui vengono realizzate le fughe è poroso e quindi assorbe tutto ciò che vi si deposita sopra. Ragion per cui va effettuata, con tanta pazienza, almeno una pulizia profonda a settimana.

Per la pulizia delle fughe in cucina è bene dotarsi di uno spazzolino da denti con setole dure e vari prodotti naturali che ora vedremo:

  • acqua ossigenata e tre parti di bicarbonato, occorre strofinare questo composto sulle fughe e lasciare riposare qualche minuto prima di rimuovere con uno straccio pulito e bagnato;
  • succo di limone, occorre tamponare sulle zone interessate e lasciar agire almeno mezz’ora.
  • vapore: utilizzando delle caldaie con emissione di vapore e l’apposito attrezzo si può pulire con maggiore facilità la zona interessata dall’unto, in particolare i rivestimenti in marmo, pietra e lucidi.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *