Camminare con il partner, uno svantaggio per la salute: il perché

Camminare con il proprio partner mano nella mano non è per nulla salutare. Svantaggio per l’allenamento e per il benessere. Ti spieghiamo il motivo

Camminare con il partner svataggio
(Foto di Free-Photos da Pixabay)

Molte volte non sapendo a cosa si va incontro molte coppie decidono di camminare ed allenarsi insieme al proprio partner. Secondo gli esperti non ci può essere scelta più sbagliata per la salute. Se si vuole dimagrire e tenersi in allenamento di certo andare mano nella mano con il proprio partner è da evitare, per salvaguardare la propria salute e il proprio benessere.

A dirlo una ricerca fatta dalla Purdue University che è stata pubblicata sulla rivista Gait & Posture, esito di uno studio che ha preso in osservazione più di 140 persone, ovvero ben 72 coppie di età compresa tra i 25 e i 79 anni. Gli esperti spiegato perché camminare con il proprio partner è sbagliato e perché crea uno svantaggio per la salute.

Potrebbe interessarti anche:  Allergie ai gatti: le cause, i sintomi che si manifestano ed i rimedi per conviverci

Camminare con il partner, la ricerca che spiega tutto

Camminare con il partner svantaggio
(Foto di Adina Voicu da Pixabay)

Camminare con il proprio partner non è salutare. A dirlo è la scienza che spiega come muoversi mano nella mano con il proprio lui o la propria lei porta a rilassarsi e a rallentare il passo. Procedere a passo lento rende vano l’allenamento.

Lo hanno dimostrato i soggetti che si sono sottoposti al test. Camminando in diversi contesti, anche in circuiti con ostacoli, hanno dimostrato che procedere in coppia fa più male che bene. Rallenta l’andamento della camminata e dunque i benefici dell’allenamento che si sta facendo.

Potrebbe interessarti anche: Yoga per scacciare via l’ansia: tutte le posture efficaci per liberartene

“Speravamo –ha spiegato Libby Richards, una delle autrici della ricerca – che non ci sarebbe stata una riduzione della velocità alla quale i partner camminavano insieme. Auspicavamo che i più lenti avrebbero accelerato per eguagliare i più veloci, ma non è stato così”.

Dalla ricerca è emerso anche che la coppia tende a rallentare l’andamento andando avanti con l’età. Ecco perché gli scienziati consigliano di provare altro tipo di attività. “La camminata lenta non va intesa come un aspetto inevitabile dell’invecchiamento – ha precisato Shirley Rietdyk – Gli anziani che camminano più lentamente tendono ad avere una salute peggiore”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *