Bonus verde confermato per il 2021: come avere fino a 1800 euro di incentivi

Bonus verde confermato per il 2021, importanti incentivi fino a 1800 per rinnovare terrazzi e giardini. 

bonus verde 2021 incentivi
(Foto Pexels)

Il bonus verde è stato confermato per il 2021 e prevede incentivi fino a 1800 euro per rinnovare giardini, terrazzi o impianti di irrigazione. Le spese coprono anche l’installazione di pozzi e, secondo alcuni prerequisiti, l’acquisto di piante e alberi: vediamo quali sono.

Bonus verde 2021: i beneficiari e chi non potrà usufruirne

Il bonus è stato promosso dall’Agenzia delle Entrate, accanto al Superbonus 110% e bonus facciate. L’Agenzia ha specificato come sarà possibile usare solo un’agevolazione alla volta, specie in caso di disponibilità multipla di benefit economici. Tuttavia, nel caso i rinnovi appartenessero a due diverse categorie agevolabili, sarà possibile ottenerne di più. L’incentivo copre gran parte dei costi di rinnovo come coperture verdi, recinzioni, giardini pensili o impianti di irrigazione.

Palloncini con percentuale di sconto
(Foto Pexels)

Si tratta di una detrazione che va ripartita in dieci quote annuali su un importo massimo di 5000 euro a nucleo abitativo. L’incentivo può raggiungere un massimo di 1800 euro a immobile e tutte le spese sostenute saranno sempre tracciate tramite bonifico bancario.

Tutti i possessori legittimi di un immobile, i quali vi andranno ad effettuare gli interventi, hanno diritto ad usufruire del bonus verde. L’incentivo è valido anche per le singole unità abitative e, in caso di vendita, si potrà trasferire al nuovo acquirente.

Potrebbe interessarti anche: Bonus donne 2021, la guida pratica con tutte le info utili

L’incentivo non può essere applicato a spese di manutenzione ordinaria di giardini, terrazze, impianti di irrigazione. Il bonus si applica infatti solo ad interventi di restauro e rinnovo ad hoc delle proprie aree verdi. Restano esclusi i lavori autonomi, l’acquisto di macchine come tagliaerba, decespugliatori o vasi da balcone e prati sintetici.

Giardino curato di una casa
(Foto Pexels)

Bonus risparmio idrico e bonus acqua potabile

Questa agevolazione copre le spese fino a 1000 euro per l’installazione di sanitari a scarico ridotto e rubinetti a flusso d’acqua limitato. Lo scopo della Legge di Bilancio 2021 è quello di limitare il più possibile la dispersione di acqua.

Bottiglia d'acqua svuotata per terra
(Foto Pexels)

Potrebbe interessarti anche: Ridurre i consumi di energia elettrica in casa, 10 trucchi infallibili

Il bonus acqua potabile offre invece una detrazione del 50% sulle spese sostenute nel biennio 2020-2021 per gli impianti volti al miglioramento dell’acqua. L’importo massimo ammonta a 1000 euro per singole abitazioni e 5000 euro per immobili adibiti ad attività commerciali.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *