Tonno in scatola: come renderlo più salutare

Il tonno in scatola può diventare più salutare con un passaggio semplice e veloce: ecco cosa è meglio non scordarsi mai di fare prima di mangiarlo.

tonno
(Foto Pixabay)

Se c’è una cosa positiva che ci ha insegnato l’epidemia da Coronavirus è quella di essere più consapevoli riguardo la pulizia della spesa. Non parliamo di mangiare pulito, ovvero di un’alimentazione sana, ma di come i prodotti acquistati al supermercato siano sporchi e debbano essere puliti. Questo vale anche per il tonno in scatola: c’è un’azione semplice e veloce che può rendere il suo consumo più salutare.

In che modo il tonno in scatola può diventare pericoloso

In cucina si sa, è molto importante fare la cose per bene per evitare problemi e intossicazioni alimentari. Per contenere la pandemia ed evitare di contrarre il virus ci è stato detto di igienizzare la spesa una volta a casa, questo perché la superficie dei prodotti è toccata da molte mani al supermercato e non solo.

tonno scatola più salutare
(Foto Pixabay)

Germi e batteri sono ovunque e quando si tratta di alimentazione e cose che finiscono nel nostro corpo è importante fare attenzione ai dettagli. Un dettaglio che spesso può sfuggire è legato alle popolarissime scatolette di tonno.

Il tonno in scatola è un alimento comodo e veloce, è già pronto, piace a tutti e sta bene con tutto. A causa della semplicità con la quale si consuma si rischia di commettere un grave errore quando lo si mangia.

Potrebbe interessarti anche: Frigorifero pulito e ordinato per conservare al meglio la spesa

I prodotti a lunga conservazione come il tonno passano anche lunghi periodi non solo sugli scaffali ma anche e soprattutto all’interno di magazzini dove potrebbero circolare insetti e animaletti sgraditi.

Come si può rendere il tonno in scatola più salutare

Il trucco è semplicissimo: prima di essere aperta, la lattina che contiene il tonno, andrebbe sciacquata sotto l’acqua corrente e asciugata con della carta da cucina o con un panno. Questo semplice passaggio elimina lo sporco che si accumula sul contenitore che finisce per forza di cose a contatto con il pesce mentre viene prelevato.

Potrebbe interessarti anche: Tonno in scatola in gravidanza: un alleato o un nemico per le future mamme?

In questo caso non va pulito con detersivo o prodotti perché l’obbiettivo non è uccidere nessun virus ma soltanto togliere la polvere ed eventuali sporcizie. Per non rischiare di sostituire i germi con i prodotti chimici, anch’essi poco salutari se ingeriti, utilizzare dell’acqua di rubinetto è sufficiente.

Con questo semplice passaggio il tonno in scatola sarà più salutare e si eviteranno rischi inutili.

Elena Oldani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *