Frigorifero pulito e ordinato per conservare al meglio la spesa

Frigorifero pulito e ordinato per conservare al meglio la spesa: consigli utili per organizzare i vostri alimenti e ridurre gli sprechi. 

Frigorifero
(Foto Pixabay)

Quante volte i vostri alimenti sono rimasti nascosti in frigorifero, andando a male? Avere un frigo pulito e ordinato è il primo passo per non buttare più nulla e ridurre gli sprechi. Quella che può sembrare una faccenda noiosa nella lista delle cose da rimandare vi sta rendendo la vita più difficile. Avere un frigorifero ordinato vi aiuterà a riporre la spesa più facilmente, ad avere sempre tutto a portata di mano e a non sprecare più l’energia elettrica dell’elettrodomestico.

Come mettere in ordine il frigorifero

Partiamo dalla pulizia: all’interno del frigorifero vivono germi e batteri e come tutte le parti della casa va pulito ogni tanto. Andrebbe fatta una pulizia profonda almeno due o tre volte all’anno. Prima di organizzare il frigorifero quindi, tirate fuori tutto il suo contenuto e pulite l’interno, senza tralasciare i cassetti e le pareti.

Spesa
(Foto Pixabay)

Ora che il frigorifero è un ambiente sicuro per ospitare gli alimenti è il momento di riporre la spesa utilizzando un sistema organizzato. Ecco come scegliere il ripiano in cui collocare i prodotti:

Gli sportelli ricevono meno aria fredda rispetto al resto del frigo. Sono ideali per riporci salse e bevande che possono essere tranquillamente conservati con una temperatura poco bassa.

I cassetti in basso servono ad ospitare frutta e verdura, le due categorie però vanno separate. Alcuni frutti producono in modo naturale delle sostanze che agiscono sulla maturazione della verdura accelerandola. È meglio conservare i frutti maturi e quelli delicati nei ripiani di mezzo, i cassetti infatti hanno una temperatura che si aggira intorno aglio otto gradi, più alta quindi del resto del frigo.

I ripiani bassi, quelli sopra ai cassetti, sono quelli più freddi dove vanno conservati i cibi crudi come la carne e il pesce.

I cibi cotti e gli avanzi vanno invece conservati nei ripiani centrali insieme ai dolci, ai sughi, ai formaggi freschi e ai prodotti la cui etichetta dice di conservarli in frigorifero dopo l’apertura.

Infine nei ripiani più alti si mettono i formaggi, lo yogurt, il burro e gli alimenti che non necessitano di cottura.

Potrebbe interessarti anche: Si possono conservare i pomodori in frigorifero? Lo studio sul gusto

Alcuni consigli per un frigorifero ordinato

Ci sono alcune regole per utilizzare questo elettrodomestico in modo corretto. I seguenti consigli manterranno il vostro frigorifero ordinato, ottimizzeranno l’energia elettrica che utilizza e preserveranno al meglio gli alimenti.

Frigorifero
(Foto Pixabay)
  • Ricordatevi sempre di lasciare raffreddare le pietanze prima di riporle in frigorifero, in questo modo non sprecherà energia per riportare alla corretta temperatura l’ambiente interno.
  • Il modo migliore per preservare il gusto degli avanzi è chiuderli in contenitori di plastica o di vetro lavabili e riutilizzabili.
  • Non riempire troppo il frigorifero, quando è molto pieno riduce la sua capacità di raffreddare tutto ciò che c’è all’interno.

Potrebbe interessarti anche: Uova del supermercato, vanno in frigorifero oppure no?

  • Avere un frigorifero troppo pieno significa anche avere una possibilità maggiore di dimenticare prodotti al suo interno sprecandoli.
  • Non lasciare lo sportello aperto, questa azione aumenta il consumo di energia e può provocare sbalzi di temperatura agli alimenti, è per ciò consigliato aprire e richiudere il frigo velocemente.
  • Create una zona nel frigorifero in cui mettere i prodotti in scadenza. In questo modo vi ricorderete di consumarli per tempo evitando di farli andare a male.

Una volta che è riordinato non fate rovinare l’equilibrio della cucina dai  rumori del frigorifero.

Elena Oldani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *