Donne in ritardo, un luogo comune? La scienza spiega tutto

Donne in ritardo, verità o solo falsi miti? Grazie ad una ricerca scientifica facciamo chiarezza su questo aspetto

Donne in ritardo
Foto di Gustavo Fring da Pexels

Le donne sono sempre in ritardo, un luogo comune o pura realtà? Per fare chiarezza si è fatto ricorso alla scienza per capire se si possa parlare di un “ritardo patologico femminile” oppure no.

Gli uomini e chi aspetta direbbero immediatamente di sì, ma è pur vero che alcune donne sono ritardatarie e altre puntuali come un orologio svizzero. C’è poi chi lo ammette di essere perennemente in ritardo e chi, invece, nega fino alla morte.

Oggi una ricerca scientifica pubblicata sul Journal of Psychology si è concentrata su questo argomento e spiega qual è l’origine dei ritardi che si ripetono nel tempo per le donne.

Potrebbe interessarti anche: Vaccino Covid, spostare il richiamo sarà possibile? La soluzione delle regioni

Donne in ritardo, ecco cosa dice la scienza

Donne in ritardo
(Foto di Free-Photos da Pixabay)

Alla base del ritardo costante delle donne, per gli studiosi, c’è una causa psicologica. Da cosa dipende? Dal fatto che non riescono ad utilizzare nel modo giusto il tempo che hanno a disposizione. Non riescono a creare e seguire una tabella di marcia ben precisa perché causa stress.

Ecco perché cercare di far arrivare una donna in orario, scandendo i suoi tempi, è l’opzione più sbagliata che possa esserci secondo la scienza. Ci sono poi degli aspetti che richiedono molto più tempo del previsto per l’organizzazione della donna. Tra questi l’abbigliamento. Scegliere cosa indossare richiede per le donne sempre molto tempo: i capi che sono nell’armadio sono tanti, anche troppi, e si entra in confusione. Basta pensare al solo fatto che l’uomo non deve scegliere tra gonna e pantalone ed è già un problema in meno. Poi si aggiunge la borsa, altra causa di ritardo.

Potrebbe interessarti anche: Tiroide e Covid-19: quale vaccino somministrare? Le ultime direttive

Le donne cambiano borsa molto spesso, anche una volta al giorno, passaggio che richiede di spostare tutti gli oggetti più importanti da una borsa all’altra. A questo si deve aggiungere che c’è sempre qualche oggetto che non si riesce a trovare. Quello per eccellenza? Le chiavi di cui ci si accorge quando si sta per uscire di casa. Ecco che andare alla ricerca dell’oggetto perduto, se si è già in ritardo, non fa altro che ingrandire il “danno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *