Come conservare il basilico: tutti i trucchetti per averlo sempre a portata di mano (VIDEO)

Il basilico è uno dei condimenti più amati ed utilizzati, e se volessimo averlo sempre con noi? Scopriamo tutti i metodi su come conservare il basilico.

come conservare il basilico
(foto pexels)

Se non avete idea di come conservare il basilico ed avete voglia di scoprirlo siete nel posto giusto. Andiamo a vedere tutti i metodi di conservazione di questa pianta utilizzata per condire innumerevoli pietanze. I modi per conservarlo sono davvero tanti, ma soprattutto sono veramente efficaci.

Un’aroma per tantissimi piatti

Il basilico è un condimento super utilizzato, poiché piace davvero a tutti. Basta sentire l’odore di questa pianta per restarne conquistati ed il suo buon sapore conferma solo le nostre sensazioni iniziali. Ecco i motivi per i quali il basilico viene messo in tantissime pietanze: dai piatti di pasta alla carne bianca e rossa, passando per il pesce.

pianta di basilico
(foto pexels)

Il periodo migliore per far crescere il basilico è da aprile a luglio, perché per crescere ha bisogno di temperature medio-alte. Tuttavia anche negli altri periodi è possibile averlo a portata di mano: basta conoscere una o più tecniche di conservazione di questa pianta.

Potrebbe interessarti anche: Come conservare le fragole: un trucco semplice che impedirà di farle marcire

Come conservare il basilico

Vediamo adesso tutti i metodi di conservazione del basilico. Grazie ad esse possiamo averlo sempre a nostra disposizione anche quando non siamo nel periodo stagionale ideale.

Conservazione in frigorifero

Se ti avanza del basilico e giustamente non vuoi buttarlo, grazie ai due metodi di conservazione che andremo a spiegare lo si può conservare per tre settimane. Il primo è l’utilizzo di una busta di plastica: basta riempirla d’acqua, immergervi il basilico e chiuderla a dovere. La seconda opzione è fare lo stesso procedimento con un vaso di vetro. In entrambi i casi il basilico va messo in frigorifero.

come conservare aroma
(foto pexels)

Conservare il basilico in freezer

Un’alternativa può essere la conservazione in freezer. È importante non sbollentare le foglie prima del procedimento, altrimenti perderanno parte del loro sapore. Bisogna invece lavare le foglie di basilico una volta eliminati i gambi ed asciugarle bene. Infine si prende un cartone di latte vuoto e si posizionano al suo interno. Una volta sigillato per bene porre il tutto in freezer. Un suggerimento in più: non mettere troppe foglie di basilico in un unico cartone altrimenti si rovineranno schiacciandosi.

Potrebbe interessarti anche: Alimenti da non congelare: quali sono e cosa accade in caso contrario

Conservazione sott’olio

La conservazione sottolio è facilissima. Muniamoci innanzitutto del solito cartone di latte vuoto. Dopo aver lavato ed asciugato bene le foglie posizionarle nel contenitore, aggiungere sale ed olio. Con questo procedimento si otterranno due vantaggi. Non solo il basilico viene conservato per vari mesi, ma verrà prodotto anche l’olio al basilico, utile per numerose ricette.

Ecco un video che spiega tutti i passaggi da compiere in maniera accurata.

Basilico sotto sale

Parliamo adesso della tecnica più antica: quella sotto sale. Questa volta servirà un vaso di ceramica con coperchio. Dopo aver lavato come sempre le foglie posizionarle a strati all’interno del vaso. Tra uno strato e l’altro si deve però aggiungere del sale grosso. Infine pressare il tutto, chiuderlo e conservarlo in un luogo fresco e asciutto.

Essiccazione

Un altro modo per conservare il basilico è l’essiccazione. Di sicuro perde il caratteristico aroma che ha quando è fresco, ma se si preferisce il basilico secco perché non optare per tale rimedio. In questo caso dobbiamo però raccogliere il basilico prima che nascano i fiori. Successivamente si devono lavare le foglie, metterle ad asciugare su un foglio di carta da cucina e coprirle con un altro foglio. Una volta asciugate le foglie devono essere appese in un luogo abbastanza soleggiato. Dopo due settimane il basilico sarà essiccato completamente.

Come preparare il pesto di basilico

Se ci avanza tanto basilico e non sappiamo cosa farne, possiamo preparare il pesto. La preparazione è semplice e veloce, ma la cosa principale è che si può conservare in freezer. Questo vuol dire che non deve esser per forza consumato tutto in giornata. Ogni volta che ne avremo voglia lo troveremo a disposizione nel congelatore.

In questo video viene spiegato il procedimento completo per un ottimo pesto di basilico:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *