Allarme pasta: contaminati diversi marchi, rischio chimico (FOTO)

Allarme pasta: ritirati alcuni lotti per rischio chimico. Tutti gli aggiornamenti del Ministero della Salute.

Allarme pasta
(Foto Pexels)

Il Ministero della Salute ha segnalato e previsto il ritiro di alcuni lotti di un marchio molto noto di pasta. Il prodotto è stato immediatamente ritirato dagli scaffali dei supermercati in cui si trovava. Il motivo è un potenziale pericolo di contaminazione chimica. Sembrerebbe che la pasta contenga livelli di ossido di etilene ben oltre superiori ai limiti di legge. Tutti i dettagli.

Allarme pasta: rischio chimico in alcuni marchi famosi

Il Ministero della Salute si occupa di monitorare lo stato dei prodotti alimentari che, dagli scaffali del supermercato, arrivano nelle nostre tavole. E’ in costante aggiornamento e tramite il sito ufficiale è possibile controllare, giorno per giorno, i vari richiami alimentari. Questa volta è toccato ad alcuni lotti di pasta del marchio Pasta Natura. Tutti i prodotti sottoposti al ritiro sono partiti dallo stabilimento Pasta Natura SRL di Busca (CN). Se avete acquistato della pasta con questo marchio, siete pregati di riportare il prodotto al supermercato in cui si è effettuato l’acquisto. Non consumatelo, il rischio è quello di contaminazione chimica da ossido di etilene. Si tratta di una sostanza che, seppur non vietata in tanti paesi, è estremamente tossica per l’essere umano.

pasta contaminata
(Google Images)

I lotti ritirati di pasta contaminata da ossido di etilene

Nei lotti di pasta ritirati dal Ministero della Salute, sono state rinvenute delle tracce consistenti di ossido di etilene. L’utilizzo di questo gas, dalle proprietà disinfettanti, è vietato in Europa, seppur non in tutti i paesi, per i suoi effetti negativi sulla salute dell’uomo. Già a fine luglio il Ministero ha ritirato alcuni prodotti come cracker, yogurt, dolci contenenti ossido di etilene. Nello specifico, i prodotti ritirati dal mercato sono:

  • Penne Curcuma e Pepe Bio: formato da 250 grammi, data di scadenza: 16/02/2024, 03/03/20247, 26/03/2024;
  • Gnocco sardo Curcuma e Pepe Bio: formato da 250 grammi, data di scadenza: 28/01/2024;
  • Fusilli Curcuma e Pepe Bio: confezione da 250 grammi, data di scadenza: 28/01/2024.

Secondo l’Agenzia Federale Belga, il rilevamento di prodotti contaminati da ossido di etilene che consumiamo ogni giorno è aumentato considerevolmente negli ultimi tempi. Per scopi alimentari, tuttavia, il suo utilizzo è stato vietato all’interno della comunità europea.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *