Allerta alimentare: maxi richiamo di pasta contaminata da ossido di etilene, tutti i dettagli

Allerta alimentare: il Ministero della Salute ha effettuato il richiamo immediato di alcuni lotti di pasta contaminati da ossido di etilene. I dettagli.

allerta alimentare pasta
(Foto Pexels)

Scatta il richiamo del Ministero della Salute per i numerosi lotti di pasta ritirati per contaminazione da cloroetanolo e ossido di etilene. Sempre più numerosi i ritiri alimentari effettuati da catene di supermercati che, per test a campione o per segnalazioni dall’Associazione consumatori, si rendono conto della pericolosità di alcuni alimenti. Questa volta è toccato ad alcuni lotti di pasta di fava e lenticchia. Tutti gli aggiornamenti sull’allerta alimentare.

Ritiro di pasta contaminata: scatta l’allerta alimentare

E’ allerta alimentare per alcuni lotti di pasta alla fava e alla lenticchia a marchio Pasta Natura Srl. Nei giorni scorsi, il Ministero della Salute aveva già previsto il ritiro di alcuni lotti di prodotto alla curcuma e al pepe bio dello stesso marchio. Nella giornata di oggi inoltre gli organi preposti hanno provveduto al richiamo serio dell’alimento utilizzato da tutti gli italiani. Il motivo si deve alla presenza di cloroetanolo e ossido di etilene. Il cloroetanolo è un gas, utilizzato solitamente per sterilizzare e disinfettare i dispositivi medico chirurgici. Il suo impiego è consentito in India, ma proibito nell’Unione Europea per la produzione di alimenti. Così come l’ossido di etilene, una sostanza chimica altamente cancerogena per l’uomo. Il suo scopo è quello di rallentare il più possibile il progredire di agenti batterici, muffe e virus sul prodotto.

pasta
(Foto Pexels)

I lotti di pasta richiamati dal Ministero della Salute

Sono stati numerosi i richiami da parte di catene di supermercati noti, come Coop, Famila, e dal Ministero della Salute in questo mese di agosto. Ad allarmare la clientela, il fatto che sempre più prodotti di consumo quotidiano come pasta, cracker, gelati, yogurt siano contaminati da sostanze tossiche e altamente nocive per l’essere umano. Spesso si tratta di agenti chimici utilizzati nell’industria alimentare di cibi importati, in quanto il loro utilizzo in Unione Europea è vietato. Ecco i lotti di pasta richiamati dal Ministero della Salute:

  • Pasta di fave, riso rosso e curcuma Bio, confezione di fusilli da 250 gr., Pasta Natura srl, marchio Pastificio Fiorentino, lotto numero: 08.01.2024;
  • Stesso prodotto, riso rosso e curcuma Bio, confezione di paccheri da 250 gr., prodotto Pasta Natura srl, marchio Pastificio Fiorentino, lotto numero: 08.01.2024;
  • Pasta di fave, riso rosso e curcuma Bio, pacchetto di risoni da 250 gr., prodotto Pasta Natura srl, marchio Pastificio Fiorentino, lotto numero: 28.12.2023;
  • Stesso alimento, riso rosso e curcuma Bio, confezione di calamarata da 250 gr., stesso marchio e prodotto, lotto numero: 08.01.2024;

Potrebbe interessarti anche: Richiami alimentari, tolti dalla vendita tre snack per ossido di etilene FOTO

  • Pasta di lenticchie rosse, riso rosso e curcuma Bio, confezione di penne da 250 gr., prodotto Pasta Natura srl, marchio Pastificio Fiorentino lotto numero: 28.12.2023;
  • Stesso alimento a base di legumi, riso rosso e curcuma Bio, pacchetto di paccheri da 250 gr., stesso marchio, lotto numero: 28.12.2023;
  • Pasta di legumi, riso rosso e curcuma Bio, confezione di risoni da 250 gr., prodotto Pasta Natura srl, marchio Pastificio Fiorentino lotto numero: 28.12.2023;
  • Paste di lenticchie rosse, riso rosso e curcuma Bio, calamarata da 250 gr., prodotto Pasta Natura srl, marchio Pastificio Fiorentino, lotto numero: 28.12.2023.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *