Come evitare il dolore da iniezione: tutti i consigli per ridurre il fastidio

Come evitare il dolore da iniezione? Gli esperti consigliano alcuni trucchetti preliminari che ridurranno notevolmente il fastidio. Di cosa si tratta.

dolore iniezione
(Foto Pexels)

Nel bel  mezzo della campagna vaccinale anti Covid, in molti si sono chiesti come evitare il dolore da iniezione. Braccio gonfio, indolenzimento, ematomi, sono tutte conseguenze spiacevoli del post iniezione. Secondo gli esperti e l’OMS esistono tuttavia dei trucchetti da adottare prima e dopo la puntura che ridurranno notevolmente il fastidio. Il dolore da iniezione può diventare un disagio sia per il personale medico sanitario che per i pazienti, grandi o piccoli che siano. Vediamo alcuni accorgimenti da seguire per evitare il problema.

Come evitare il dolore da iniezione: alcune semplici mosse che ridurranno il fastidio

Secondo alcuni studi, 8 genitori su 10 ritengono che gli operatori sanitari debbano rendere le vaccinazioni meno dolorose per i più piccoli. Questo potrebbe anche essere uno dei motivi del ritardo della campagna vaccinale anti Covid. L’OMS sostiene infatti che gestire il dolore da iniezione non riduce l’efficacia del vaccino e suggerisce alcuni consigli da adoperare durante la puntura. Tra questi figura una corretta comunicazione tra l’infermiere e il paziente e soprattutto l’utilizzo di un linguaggio neutrale che non spaventi il paziente. Ad esempio si preferisce un: “ci siamo”, ad un “arriva l’ago”.

Iniezione
(Foto Pexels)

Secondariamente, in base alle caratteristiche individuali dei pazienti, gli operatori devono decidere la posizione da fare adottare, seduta o stesa sul lettino. Evitare l’aspirazione durante le iniezioni intramuscolo potrebbe inoltre ridurre notevolmente il dolore post vaccino.

Consigli pratici da adottare prima e dopo l’iniezione

Esistono alcuni metodi precauzionali per evitare il fastidio post iniezione. Si tratta di semplici mosse da seguire che potrebbero notevolmente ridurre il dolore. Vediamo quali sono:

  • Decidere il braccio in cui si farà l’iniezione: è una scelta fondamentale, se siete destri è bene fare l’iniezione sul braccio sinistro in modo da potervi muovere con agilità senza fare troppa fatica;
  • Mettere del ghiaccio sul braccio scelto: il ghiaccio funziona come anestetico naturale, intorpidisce infatti la zona in cui si effettuerà la puntura rendendola meno dolorosa;
  • Mantenere il braccio rilassato durante la puntura: tendere il muscolo renderà l’iniezione molto più dolorosa;
  • Comunicare con il personale sanitario: la comunicazione è importante sia per dare modo all’infermiere di decidere come operare, sia per distrarsi dalla puntura. Questo vale soprattutto per i più piccoli;

Potrebbe interessarti anche: Effetti collaterali di vaccini: dopo quanto tempo si presentano

  • Non guardare l’ago: se si è sensibili alla vista degli aghi è meglio distogliere lo sguardo;
  • Riposo post iniezione: è fondamentale concedersi delle ore di riposo dopo la puntura;
  • Muovere il braccio per ridurre il dolore: muovere il braccio in seguito all’iniezione consentirà di diminuire la pressione sanguigna nella zona del vaccino, alleviando il dolore;
  • Massaggiare la zona interessata: effettuare un massaggio sulla zona della puntura consentirà di spingere il liquido del vaccino nel muscolo evitando il fastidio.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *