Digitale terrestre: cosa cambia entro fine 2021, i canali non più visibili

Il Digitale Terrestre sta effettuando la sua rivoluzione e il suo cambiamento. Ecco quali canali non saranno più visibili nei prossimi mesi.

televisione
Scelta del televisore (GettyImages)

Il Digitale Terrestre sta cambiando. Qualche anno fa le persone si sono trovate un po’ destabilizzate da questo nuovo apparecchio e ora si sta facendo un passo in più verso una nuova generazione. Infatti, la tv cambierà di nuovo. Il digitale terrestre cambierà le sue frequenze e questo comporterà dei cambiamenti nei canali che siamo abituati a guardare.

Nelle nostre televisioni, che dovranno essere compatibili con la nuova modalità e frequenza, tra poco vedremo tutti i canali in HD e 4K. Ma per fare questo servono dei passaggi ben precisi. Il digitale terrestre deve passare prima al DVB-S2. Questo significa che si vedranno solo canali HD e non si vedranno sui vecchi dispositivi che non supportano questa opzione.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Amici 21: l’ospite speciale è Roberto Baggio. Il suo messaggio è chiarissimo!

Poi, sarà completato il passaggio al DVB-T2. Dunque, le emittenti tv non trasmetteranno più con il vecchio segnale codificato MPEG 2 ma con il nuovo MPEG 4. Questo passaggio sarà graduale, scaglionato per regioni e per periodi. Ma vediamo qui di seguito che cosa cambierà e quali canali non saranno più visibili sui vecchi dispositivi.

Digitale Terrestre: cosa cambia, quali canali non saranno più visibili entro la fine del 2021

Guardare la tv
(Foto Pexels)

Come aveva previsto il Ministero dello Sviluppo economico (MISE) da qualche tempo è iniziato il cambiamento della nostra televisione. Hanno previsto questo cambiamento in un lasso di tempo che va dal 2020 al 2022 e ve ne sarete accorti anche voi nelle vostre case. In questi mesi molti canali si sono spostati.

I canali Rai e Mediaset, che vanno per la maggiore, non saranno più visibili sui vecchi dispositivi che non supportano la nuova funzione già entro la fine del 2021. Rete 4 ha già concluso lo switch off da qualche settimana, dal 1 ottobre sarà il turno di Italia 1, mentre Canale 5 aspetterà ancora un po’, almeno fino a inizio gennaio del nuovo anno.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Nuova tv, come richiedere il bonus rottamazione: modalità e requisiti

Dal 15 ottobre 2021 anche i canali Rai verranno spostati e non saranno più visibili dagli apparecchi che non supportano l’alta definizione. Per i principali, però, ovvero Rai 1, Rai 2 e Rai 3 il passaggio avverrà un po’ più avanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *