Semi commestibili: quali sono, proprietà, usi e benefici

I benefici apportati dai semi commestibili sulla nostra salute sono davvero tantissimi: ecco quali mangiare e tutti i motivi per cui fa bene consumarli.

semi commestibili
(Foto Pixabay)

Anche noti come superfood, i semi commestibili arricchiscono con gusto e sfioziosità numerose preparazioni. Non solo: si tratta di alimenti incredibilmente benefici. Numerosi studi, infatti, hanno dimostrato le loro proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e nutrienti. Scopriamo l’elenco dei semi commestibili più sani e gustosi.

Semi commestibili: quali mangiare e come usarli in cucina

Consumare alcuni tipi di semi è non solo possibile, ma addirittura raccomandato caldamente.

semi di sesamo
(Foto Pixabay)

Basti pensare, infatti, che questi alimenti hanno un incredibile potenziale salutare, che è in grado addirittura di prevenire lo sviluppo di alcuni tipi di cancro.

Consumare i semi commestibili in maniera intelligente e accorta è possibile con un po’ di preparazione. Infatti, è importante individuare usi e abbinamenti di questi alimenti che possano effettivamente permettere loro di sprigionare tutta la carica benefica che possiedono, a vantaggio del nostro benessere.

Tra i semi commestibili che non possono mancare nella nostra alimentazione quotidiana ci sono:

  • Semi di chia;
  • Semi di lino;
  • Semi di girasole;
  • Semi di sesamo.

Semi di chia

I semi di chia sono non solo commestibili, ma anche gustosi e molto versatili in cucina.

chia
(Foto Pixabay)

Questi alimenti costituiscono un’ottima fonte di calcio, manganese, omega 3, fosforo e fibre.

Inoltre, alcune ricerche hanno evidenziato come i semi di chia favoriscano la salute del sistema cardio-circolatorio, grazie alla loro azione antinfiammatoria che previene le cardiocapatie.

Gustarli in maniera sana e golosa al tempo stesso è semplice. Ad esempio, possono essere impiegati per la preparazione di budini e confetture.

Semi di lino

Nell’elenco dei semi commestibili non possono mancare i semi di lino.

semi commestibili
(Foto Pixabay)

Utilizzati anche nell’ambito della cura della persona e della cosmesi naturale, questi preziosi alimenti hanno numerosi effetti benefici anche se introdotti nella nostra dieta.

Infatti, rafforzano il sistema immunitario e l’apparato digerente. Inoltre, riducono i disturbi associati alla menopausa. Come usarli in cucina? Sono ottimi per arricchire smoothies e dare un tocco di croccantezza ai primi piatti.

Potrebbe interessarti anche: Semi di sesamo: calorie, benefici e controindicazioni

Semi di sesamo

I semi di sesamo sono non solo commestibili, ma anche squisiti e nutrienti.

semi sesamo
(Foto Pixabay)

Questi alimenti contengono ferro, manganese e calcio. Si tratta di ottimi alleati per le articolazioni. Infatti, rafforzano le ossa, riducono i disagi provocati dall’artrite e prevengono l’osteoporosi.

Come utilizzarli in cucina? Possono essere impiegati nella preparazione di particolari tipi di pane ai cereali, oppure per guarnire gustosi cornetti salati.

Potrebbe interessarti anche: Semi dell’anguria, un errore non mangiarli: i benefici che non ti aspetti

Semi di girasole

Infine, i semi di girasole chiudono l’elenco dei semi commestibili più nutrienti e gustosi.

semi girasole
(Foto Pixabay)

Si tratta di un’ottima fonte di vitamine del gruppo B, come selenio e manganese. I benefici di questi alimenti sono davvero incredibili: riducono il colesterolo, abbassano la glicemia e rafforzano il sistema immunitario.

Come introdurli nella nostra alimentazione? I semi di girasole possono essere usati all’interno di insalate detox o nella preparazione di originali risotti e snack salati

L. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *