Fagioli in scatola: ma sicuro sicuro facciano bene?

Fagioli in scatola: sono probabilmente più facili da conservare e più veloci da preparare ma sicuri sicuri facciano bene?

fagioli in scatola: benefici
fagioli ( da pixabay)

I fagioli sono un importante fonte di ferro e folato e sono delle leguminose perché hanno dei baccelli che contengono dei semi. Molti di noi però tendono a consumare quelli in barattolo: sono più facili da conservare e preparare. Visto che viviamo costantemente di fretta ci possono tornare molto utili: d’altra parte il cibo fast spopola non a caso. In più, sono a più lunga conservazione: ci basta fare una grande spesa una volta e almeno per un po’ possiamo starcene tranquilli.

E tuttavia siamo sicuri che i fagioli, così conservati, abbiano le stesse proprietà di quelli freschi? La maggior parte delle persone, a questa domanda, si sentirebbe di dare un no deciso. Anzi, c’è la credenza che questi siano spesse volte anche propriamente dannosi.

E’ il momento di fare un po’ di chiarezza su quali siano le proprietà nutritive di un prodotto così largamente diffuso e consumato.

Ti potrebbe interessare anche-> Se il bucato in lavatrice è rovinato dai pelucchi: qualche soluzione

Fagioli in scatola: ecco quali proprietà hanno

fagioli in scatola: benefici
cibo in scatola ( da pixabay)

Quando vengono inscatolati, i fagioli sono trattati con conservanti alimentari e spesso anche col sale. Da non trascurare anche l’azione del calore: questi trattamenti possono ridurre leggermente il contenuto proteico e i polifenoli, cioè dei composti vegetali anti-ossidanti che tanto fanno bene all’uomo.

Nonostante questo bisogna comunque riconoscere alcuni benefici. Sono un importante fonte di proteine vegetali ( si pensi che nelle diete vegane e vegetariane sostituiscono la carne). Contengono fibre alimentari: fibre particolari che lo stomaco può non riuscire a digerire e che, quindi, ci fanno sentire sazi. Una mano di dio per chi combatte corpo a corpo con la dieta.

Aiutano il nostro intestino: hanno un’ azione antinfiammatoria e ipolipemizzante e aiutano a creare un microbioma diversificato.

Insomma, non sono così male come li si descrive.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *