Castagne anche dopo l’autunno: come conservarle per averle fresche a lungo

Se sapete come conservarle nel modo giusto potrete gustare le castagne anche dopo l’autunno e saranno fresche e deliziose

Come conservare le castagne
Castagne (Screenshot da Instagram)

Con l’arrivo dell’autunno sono tornate anche le castagne, super gustose e amatissime. Ogni anno durante questo periodo tutti coloro che le amano non vedono l’ora di poterle gustare, si possono mangiare in molti modi diversi. Sono moltissime le ricette che si possono realizzare, sia dolci che salate, in qualsiasi modo sono davvero buonissime. Potrete preparare anche un ottimo liquore da gustare a fine pasto come digestivo.

C’è chi non si accontenta di mangiarle sono in autunno, ma come possono essere conservate per restare fresche e durare il più a lungo possibile? Il metodo migliore per conservarle è quello di congelarle, continuate a leggere i successivi paragrafi per scoprire come fare per averle fresche anche quando l’autunno sarà finito.

Ecco come conservare le castagne per averle fresche a lungo

Come conservare le castagne
Castagne (Screenshot da Instagram)

Per poter gustare le vostre deliziose castagne anche quando la loro stagione sarà terminata dovete sapere bene come conservarle.

Il primo passo che dovrete compiere è quello di lavarle e asciugarle accuratamente. Con un coltello praticate sul lato lungo di ciascuna castagna un’incisione, dopodiché mettetele all’interno di sacchetti gelo e congelatele. All’interno del freezer le vostre squisite castagne si conserveranno per qualche mese. Quando le mangerete saranno fresche come lo erano quando le avevate congelate.

Potrebbe interessarti anche: Salute e nutrimento, i benefici delle castagne: come consumarle

Anche le castagne lesse e le caldarroste possono essere conservate in congelatore. Potrete metterle in freezer solo dopo che si saranno raffreddate del tutto. In questo caso dovrete totalmente sbucciarle prima di riporle in congelatore, si conserveranno perfettamente per circa sei mesi.

Come si conservano, invece, le castagne crude e appena raccolte? Dopo averle raccolte le castagne devono essere messe in una bacinella con dell’acqua, quelle che resteranno a galla vanno buttate perché significa che non sono buone. Svuotate e riempite la bacinella ogni giorno per quattro giorno, dal quinto giorno sostituite completamente l’acqua.

Potrebbe interessarti anche: La castagna: tutti i benefici di questo tipico frutto autunnale

Dopo aver lasciato in ammollo le castagne per nove giorni scolatele e lasciatele asciugare in un vassoio per due giorni. Trascorso questo tempo conservatele in un luogo asciutto e fresco, la loro durata è di circa tre mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *