Integratori di omega-3, apportano benefici ai malati di Alzheimer: quali sono

Uno studio condotto su alcuni pazienti affetti da Alzheimer dimostra che l’assunzione di integratori di omega-3 ha effetti molto positivi sulla memoria

Integratori omega 3 su malati alzheimer
Integratori omega 3 (Screenshot da Pexels)

Secondo uno studio condotto in Svezia dai ricercatori del Karolinska Institutet gli integratori a base di acidi grassi omega 3 sono in grado di apportare effetti positivi sulla memoria dei pazienti affetti da Alzheimer.

Sembra infatti che questi tipi di integratori riescano a rallentare il deterioramento cognitivo causato dalla malattia. Questo studio è stato condotto su 33 persone affette da Alzheimer, a 18 di loro sono stati somministrati gli integratori a base di acidi grassi omega 3 sia al mattino che la sera. Ai restanti pazienti invece non è stato somministrato nulla.

Lo studio è andato avanti per sei mesi, durante i quali sono stati raccolti ed esaminati dai partecipanti campioni di fluido spinale. Le 33 persone sono state anche sottoposte spesso a vari test della memoria. In tutti coloro che hanno assunto gli integratori la funzionalità della memoria è rimasta stabile. Coloro che invece non hanno assunto alcun tipo di integratore sono peggiorati dal punto di vista delle loro abilità mnemoniche. In merito ai biomarkers nei campioni di fluido spinale prelevati ed esaminati non sono state riscontrare però differenze.

Pazienti affetti da Alzheimer, gli integratori di omega-3 sulla memoria hanno effetti positivi

Integratori omega 3 su malati alzheimer
Integratori omega 3 (Screenshot da Pexels)

Gli scienziati hanno quindi dimostrato con il loro studio che gli integratori a base di acidi grassi omega 3 sulle persone affette da Alzheimer hanno effetti alquanto positivi perché rallentano il deterioramento della funzionalità della memoria.

Potrebbe interessarti anche: Omega 3: a cosa serve, i benefici e gli alimenti in cui è contenuto

Qualche anno fa uno studio simile era stato condotto su oltre 200 persone che erano affette da Alzheimer in forma lieve. Gli scienziati riuscirono a dimostrare che gli acidi omega-3 si trasferiscono direttamente al cervello dagli integratori. Questo studio non basta a far diventare nel trattamento dei pazienti con Alzheimer gli integratori di omega-3 una parte fondamentale. Questo insieme ad altri test potrebbe però far emergere altre interessanti ed utili informazioni.

Potrebbe interessarti anche: Esistono dei cibi per la memoria? Certo che sì: la lista completi degli alleati perfetti

Ad oggi ai malati di Alzheimer gli scienziati consigliano di assumere gli acidi grassi omega-3, tramite integratori o con l’alimentazione per preservare il più a lungo possibile la capacità di ricordare e per conservare i loro ricordi più a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *