Ortensia, foglie marroni: ecco tutte le possibili cause

Ortensia, all’improvviso ecco spuntare brutte foglie marroni: quali possono essere le possibili cause? Sono varie: eccole spiegate.

fiori di ortensia marroni, cause
Ortensie (pixabay)

L’Ortensia è un bell’arbusto che con i suoi colori e le sue foglie a grappolo ha conquistato il cuore di molti. Che dolore quindi improvvisamente vederne le foglie di un brutto color marrone. Oggi cercheremo di scoprire le cause di questo malaugurato cambio di aspetto.

Ti potrebbe interessare anche-> Piante per formare cascate di fiori: le migliori per balconi e terrazzi

Ortensia, foglie marroni: le cause

fiori di ortensia marroni, cause
fiore di ortensia, dettaglio (pixabay)

Una prima causa potrebbe esser dovuta all’utilizzo eccessivo di fertilizzante. L’ortensia, pianta assai dimessa che non necessita troppe cure, può facilmente incorrere in quella che è chiamata bruciatura da fertilizzante. Questo accade per l’alta concentrazione di sali minerali nel terreno. Per questo motivo è importante seguire bene le istruzioni del fertilizzante senza fare di testa propria: potrebbe esserci il bisogno di diluire il prodotto, e in tal caso fatelo con la giusta quantità d’acqua, o potrebbe essere abbastanza effettuare due tre dosaggi a volta.

Ti potrebbe interessare anche->Riciclare i barattoli di vetro: tutte le idee creative che si possono realizzare

Un’altra causa, potrebbe essere una bruciatura da sole. Attenti quindi al sole bruciante, soprattutto quando l’aria è avara di umidità. E’ vero che le Ortensie amano la luce del sole: ma solo quando il loro terreno è abbastanza umido.

Raro, ma non impossibile, è il danno causato da parassiti. Infatti sono piante che ne soffrono poco ma mai dire mai: afidi e cocciniglie sembrano essere sempre in agguato. In tal caso potete fisicamente lavare via gli insetti con un getto d’acqua, oppure spruzzare le foglie con un mix di acqua e sapone molle da bucato.

La causa comune è invece da imputare alle malattie da funghi: questo può accadere per la mancanza di aria, per le cattive irrigazioni o per un agente esterno che ha portato il fungo.

Serena Garofalo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *