Risparmiare sulle bollette regolando i livelli delle valvole dei termosifoni

Regolare i livelli delle valvole dei termosifoni centralizzati con le giuste temperature e riscaldare casa risparmiando sulle bollette.

Valvola termosifone
Valvola termosifone (foto da Pixabay)

Siamo in pieno autunno e già un accenno di freddo è arrivato. L’inverno è alle porte e dobbiamo iniziare ad accendere i termosifoni per riscaldare casa. Ma come fare per risparmiare sulle bollette e non morire di freddo?

Essenziale è regolare i livelli delle valvole, che hanno numerazione tra 0 e 5, e riscaldare l’appartamento con il termosifone con riscaldamento centralizzato. Dunque, come fare per restare al calduccio e, allo stesso tempo, risparmiare anche sulla bolletta di luce e gas? Vi spieghiamo a quanti gradi corrisponde ciascun livello.

Leggi anche → Il metodo della nonna per delle castagne dal cuore morbido

Numerazione delle valvole dei termosifoni per regolare il calore

Termosifone con valvola
Termosifone con valvola (foto da Pixabay)

Come accennato, la numerazione corrispondente alle valvole dei termosifoni con riscaldamento centralizzato va da 0 a 5. Bene, tale numerazione si legge così:

  • Livello * – è il livello antigelo, rappresentato dal simbolo dell’asterisco, ciò significa che i termosifoni si accendono soltanto a una temperatura dell’ambiente sotto ai 5° C
  • Livello 1 – la temperatura è di circa 12°
  • Livello 2 – siamo attorno ai 16°
  • Livello 3  – circa 20°
  • Livello 4 – circa 24°
  • Livello 5 – circa 28°

Ci sono poi linee intermedie tra i numeri, significa che è possibile regolare temperature intermedie ai livelli, che poi sono quelle più utilizzate. Gran parte della popolazione agisce inconsapevolmente, non ci pensa nemmeno al livello delle valvole dei termosifoni, magari lasciandole al massimo.

Poi ecco che arriva la batosta sulla bolletta perché la temperatura è al massimo livello in tutte le stanze, anche quelle più piccine. Invece la valvola va regolata in base alle dimensioni delle camere, al grado di umidità presente, agli spifferi e alla grandezza delle finestre.

Per le camere da letto di dovrebbe tenere una temperatura di circa 18°. Per i salotti, che sono più grandi, di circa 20°, mentre per bagno e cucina di circa 22°. Ricordate: prima di accendere i riscaldamenti, fate sfiatare i termosifoni per una migliore efficienza.

Leggi anche → Test della personalità, se riesci a vedere le 3 figlie sei un portento

Se vivete in posti freddi, zone di montagna, dove è facile che le temperature scendano sotto i 0°, e se siete spesso fuori casa, il consiglio è quello di regolare le valvole al Livello *, ossia antigelo, in modo tale da proteggere le tubature dal congelamento. Seguendo certe regole è possibile risparmiare sulla bolletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *