Fiori appassiti: tre rimedi creativi di riciclo per non gettarli via

Fiori appassiti o secchi, un peccato gettarli via: ecco alcuni metodi creativi di riciclo per riutilizzarli a lungo e profumare casa per settimane.

Fiori secchi
Fiori secchi (foto da Pixabay)

La natura ha il suo ciclo vitale, si sa, e i fiori sono fragili, specialmente quando sono recisi. Appassiscono in fretta, seccandosi solo dopo pochi giorni. Un vero peccato gettarli via, magari sono il ricordo di una cerimonia importante, o magari un regalo da parte di una persona cara.

Arredare casa con mazzi di fiori nei vasi è sempre bello e fa sempre la sua figura, purtroppo però i petali appassiscono in fretta. Dunque, cosa fare in questo caso per non gettarli via? Ecco alcune soluzioni per riciclarli e per utilizzarli in altri modi intelligenti.

Leggi anche → Crostata di crema e mele: il dolce goloso di Benedetta Rossi

Tre metodi fantastici di riciclo per non buttare i fiori appassiti

petali secchi rovesciati
Petali secchi rovesciati (foto da Pixabay)

Riciclare è ormai il futuro, non solo per rispettare l’ambiente, ma anche per risparmiare soldi. I fiori hanno purtroppo vita breve e appassiscono in fretta, ma grazie a questi tre metodi creativi di riutilizzo li terremo in casa il più a lungo possibile. È una questione di tempistiche, il primo metodo di riutilizzo, infatti, si basa sull’appassimento dei petali.

Quando i fiori non sono ancora del tutto appassiti, possiamo utilizzarli per decorare casa, ad esempio creando magnifici boquet. Basta solo legare il gambo con un spago o un nastrino colorato e appenderli alle pareti. Coloreranno i muri e profumeranno l’ambiente. Un consiglio per conservagli al meglio: spruzzate della lacca per capelli sui petali, in modo tale che questi possano resistere più a lungo e seccarsi per bene, mantenendo freschezza e profumo.

Un altro metodo di riciclo consiste nel raccogliere i petali secchi, metterli in un sacchetto di stoffa, e poi conservarli in spazi chiusi, come cassetti o armadi. Il sacchetto ricolmo di petali essiccati profumerà i capi. È eccezionale la lavanda, perché ha un sapore rinfrescante che si sparge su tutti i vestiti, ma fanno la loro figura anche i petali di rosa. Ogni due mesi andrebbero cambiati e sostituiti. Il terzo metodo è quello di lasciar essiccare i petali e di conservarli poi in un barattolo di vetro, insieme ad altre erbe aromatiche o odori. Nel barattolo versiamo qualche goccia di olio essenziale per rendere più intenso il profumo e mescolare tutto il contenuto.

Leggi anche → Miopia in aumento tra i giovani: per la prevenzione prova questo esercizio

Il barattolo avrà un odoro spettacolare, ottimo da tenere in camera per profumare l’ambiente per almeno un paio di mesi. È molto carina come idea regalo per una persona a cui vogliamo bene, basta solo chiudere il barattolo con il coperchio, in modo tale da mantenere la sua profumazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *