Ricetta del Castagnaccio: un antico piatto tra bontà e tradizione

Il castagnaccio è un piatto antico, direttamente dalla tradizione: vediamo insieme come prepararlo secondo la ricetta originale

ricetta-castagnaccio
uomo che impasta la farina (gettyimages)

E’ un dolce caro alla tradizione toscana: veniva inizialmente preparato, nel corso del 1500, dalle famiglie di contadini più abbienti e bisognose: il castagnaccio era un piatto non solo povero di materie prime e quindi economico da preparare ma in più aveva evidenti funzioni nutritive. Dobbiamo aspettare fino l’ottocento perché il castagnaccio inizi ad essere considerato un dolce, arricchendosi di uva e pinoli.

In più, veniva considerato alla stregua di una pozione magica: chi l’avesse mangiato si sarebbe innamorato all’istante, proprio come un vero e proprio elisir d’amore. Noi oggi, lontani dall’usarlo come una pozione, ne siamo ugualmente assai ghiotti: e perché non approfittare di questo periodo, dunque, che è decisamente i suo? Ecco quindi come preparare un castagnaccio gustoso, proprio secondo la tradizione.

Ti potrebbe interessare-> Crepes senza uova di benedetta rossi, servono solo tre ingredienti

Ricetta del castagnaccio, proprio come la tradizione

ricetta-castagnaccio
castagne (gettyimages)

Per prepararlo, vi occorrerà:

  • Farina di castagne
  • zucchero
  • olio extravergine
  • pinoli
  • uvetta
  • foglioline di rosmarino
  • acqua

Per prima cosa, prendete la vostra bella farina di castagne e setacciatela, poi unitene 300 grammi a  4 cucchiai di zucchero, 1 bicchiere di acqua e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Nel mentre avrete fatto ammorbidire in acqua l’uvetta passa: unitela al composto, assieme ai pinoli e a qualche rametto di rosmarino.

Ti potrebbe interessare-> Pocket coffee, come ottenere il liquore dei celebri cioccolatini al caffè

Sistemate il composto in una teglia unta, decorate con altri pinoli, uvetta e qualche fogliolina di rosmarino e infornate a centottanta gradi per trenta minuti. Nel servirlo tagliatelo a rombi e assicuratevi che sia tiepido, essendo la temperatura ideale per gustarlo al meglio. E’ perfetto in abbinamento con formaggi e salumi. Una variante da provare è quella con la ricotta.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *