Pothos, come infoltire questa bellissima pianta

Il pothos è una pianta resistente e bella da vedere, bastano poche accortezze per far crescere le sue lucenti foglie e infoltirla. Ecco alcuni consigli.

Pianta pothos in vaso
Pianta pothos in vaso (foto da Pixabay)

Il pothos è una pianta bellissima, resistente e rigogliosa, dalle foglie lucenti a forma di cuore, ma spesso non cresce come dovrebbe. Se non curato adeguatamente, il pothos potrebbe crescere con poche foglie e risultare scarno e sciupato.

Una pianta dall’aspetto spoglio è sempre brutta da vedere, specialmente una con queste caratteristiche, tanto da essere utilizzata spesso per arredare gli appartamenti e gli uffici. Perciò, come infoltire il pothos e farlo crescere in salute, rigoglioso e pieno di forza? Ecco alcuni consigli utili.

Leggi anche → Una nuova pianta in casa o in giardino? Ecco che cosa fare

Infoltire il pothos e far crescere foglie grandi e robuste

Foglie brillanti di pothos
Foglie brillanti di pothos (foto da Pixabay)

Il pothos è una pianta piena di foglie grandi, di colore verde acceso e a forma di cuore. Le sue foglie dovrebbero diramarsi in ogni direzione e dare una sensazione di pienezza, tanto che è spesso utilizzata per arredare angoli e dare luce agli ambienti. Gli steli della pianta che non vengono mai potati potrebbero tendere a diradarsi giorno dopo giorno. Per questo motivo è importante la potatura: taglia lo stelo a 1 cm sopra ogni foglia, ciò consente una nuova ramificazione nel giro di pochi giorni.

Ripeti questo processo su ogni foglia, in modo da produrre tante ramificazioni. Il pothos è una pianta resistentissima e regge il peso di tante potature. Non temere, la pianta non si rovina, se tagliata nel modo corretto, anzi, si irrobustirà diventando sempre più rigogliosa. Un giusta potatura stimola la ramificazione, inoltre più viene potata per bene e più le sue foglie diventeranno grandi e robuste. Ricorda, tagli a 1 cm sotto ogni foglia, dove si vede la protuberanza scura sullo stelo.

Il pothos non richiede molto fertilizzante, ma può capitare, nel caso in cui dovesse essere esile e con poche foglie, che abbia bisogno di nutrienti. Per correggere tali carenze applica un buon fertilizzante, meglio se bilanciato (tipo 20-20-20). Leggi l’etichetta per non sbagliare le cifre. Dunque concima una volta al mese. Il fertilizzante bilanciato è ottimo se la pianta è cresciuta sempre nello stesso vaso, perciò col tempo ha perso i suoi nutrienti.

Un altro motivo del brutto aspetto del pothos potrebbe essere collegato all’illuminazione che riceve. Si tratta di una pianta che predilige la luce, perciò cerca di posizionarla a contatto col sole, in modo che le sue foglie possano assorbire la luce. Ma attenzione, la luce del sole non deve essere diretta, altrimenti rischia di bruciare le foglie, meglio se la posizioni accanto a una finestra in penombra.

Leggi anche → Lavanda, come coltivarla in vaso e farla crescere forte

Esistono delle illuminazioni al led che permettono di riprodurre l’illuminazione solare anche in caso di ambienti scuri e poco soleggiati. Visto che il pothos ha sistemi di radici molto piccoli, puoi piantare nello stesso vaso anche tre piante giovani. Cresceranno insieme, ramificandosi a loro volta. Il pothos non ha bisogno di grandi quantità d’acqua, basta annaffiare correttamente per farlo crescere forte e sano. Annaffia solo quando il terriccio è asciutto, basta una volta a settimana, e assicurati il giusto drenaggio dell’acqua dal vaso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *