Zeppole di San Giuseppe cotte nella friggitrice ad aria

Zeppole di San Giuseppe cotte nella friggitrice ad aria, un capolavoro della classica pasticceria italiana che si adegua ai giorni nostri.

zeppole
(Foto Inran)

Le Zeppole di San Giuseppe cotte nella friggitrice ad aria, sono perfette per chi segue un regime alimentare più sano e meno calorico.

Sembrano fritte ma non lo sono! Dopo la versione classica delle zeppole al forno e delle zeppole fritte, non possiamo non assaggiare la ricetta delle zeppole di San Giuseppe cotte nella friggitrice ad aria.

Un vero peccato vederle comparire nelle nostre case un solo mese dell’anno, anche perché con la stessa ricetta potete preparare bignè ed éclairs.

Non spaventatevi, la ricetta non è complessa come appare! Vediamo quali sono gli ingredienti e quale la preparazione.

Zeppole di San Giuseppe cotte nella friggitrice ad aria

Le Zeppole di San Giuseppe sono un dolce di pasticceria tipico della festa del papà che cade nel giorno di San Giuseppe.

zeppole
(Foto Inran)

le Zeppole di San Giuseppe cotte nella friggitrice ad aria sono allo stesso modo realizzate come le classiche zeppole ma con un tocco di modernità nella cottura.

La formula prevede sempre la pasta choux farcita o guarnita con crema pasticcera e amarene sciroppate nella ricetta tradizionale.

Vediamo quali nello specifico gli ingredienti, la preparazione e soprattutto la cottura.

Ingredienti per 6 zeppole:

  • 250 ml di acqua
  • 120 g di burro
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 120 g di farina
  • 3 uova
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • zucchero q.b. per guarnire
  • crema di nocciole per accompagnare

Per la crema

  • 400 ml di latte
  • 2 tuorli d’uovo
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di farina
  • scorza di limone q.b

Potrebbe interessarti anche: La crema paradiso light con 5 ingredienti: una ricetta gustosa e veloce

Procedimento

In un pentolino, fate bollire l’acqua con il burro e lo zucchero. Aggiungete la farina setacciata e mescolate fino a che l’impasto non  formerà una palla che non si attacca alle pareti del pentolino.

A questo punto togliete dal fuoco, aggiungete le uova una alla volta. Dovranno essere completamente assorbite dall’impasto prima di aggiungere la successiva, dopodiché aggiungete la vanillina.

Ottenuto questo impasto, mettetelo in una tasca da pasticcere con una bocchetta a stella. Formate dei nidi di impasto su un vassoio e metteteli nel congelatore per circa 30 minuti. Terminato il tempo nel freezer, sistemate le zeppole nel cestello.

Cuocete per 15 minuti a 160° e poi 5 minuti a 180°. Una volta pronti i dolci, estraeteli dal cestello e lasciateli raffreddare su una griglia.

Crema pasticcera

Mentre le zeppole riposano, occorre preparare la crema. Si tratta di una crema simile alla classica crema pasticcera ma con un quantitativo di latte inferiore, per farla risultare più soda ma sempre vellutata e cremosa.

Mettete i tuorli d’uovo, la farina e lo zucchero, in un tegame antiaderente e con una frusta a mano mescolate, aggiungendo a filo il latte per diluire e ottenere una crema senza grumi.

Quando avrete unito tutto il latte potete portare il tegame sul fuoco e aggiungere anche la scorza di limone.

Cuocete a fiamma moderata sempre mescolando con la frusta a mano, fino a che non si addenserà.

Una volta ottenuta la giusta densità, versate la crema in una ciotola e coprite la superficie con pellicola in modo che sia aderente, in questo modo non si formerà la pellicina.

Quando si sarà raffreddata la crema per zeppole è pronta per essere usata per la guarnizione. Basterà una sacca da pasticcere e una punta stellata e il gioco è fatto.

Preparate la crema in anticipo, può essere un’agevolazione, così che possa raffreddarsi bene prima di metterla sulle zeppole. È possibile preparare la crema anche il giorno prima. Buon Appetito!

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *