Olive in salamoia, tutti i passaggi per prepararle con successo

Vuoi preparare le olive in salamoia ma non sai da dove cominciare? Sei nel posto giusto. Andiamo a vedere tutti i passaggi necessari per prepararle in maniera impeccabile.

olive in salamoia
(foto pexels)

Le olive in salamoia sono davvero molto buone, ma come si preparano? Se vuoi provare anche tu a farle ma hai timore che qualcosa possa andare storto, ti basta seguire i passaggi indicati qui di seguito. Il risultato sarà eccezionale.

Un alimento per tutti i gusti

Tutti amiamo le olive! Parliamoci chiaro: quante di noi una volta che iniziano a mangiarle non riescono più a smettere e potrebbero continuare all’infinito? Più o meno tutti. Questi frutti dell’olivo si possono consumare in tantissime occasioni. Esse sono molto comuni quando si fa un aperitivo, ma possono essere consumate anche in un antipasto durante una cena. Senza contare che possono essere utilizzate per arricchire insalate e contorni vari.

olive in tavola
(foto pexels)

La stagione perfetta per le olive è proprio quella attuale: l’autunno. Quando si raccolgono dagli alberi esse sono molto amare, dunque non vengono gradite dalla maggior parte di noi. Fortunatamente esiste una soluzione a ciò: conservarle in salamoia. A tal proposito bisogna scegliere le olive giuste, ovvero quelle non trattate. In più esse non devono essere danneggiate, né troppo mature.

Potrebbe interessarti anche: Olio di Oliva, occhio a questi fattori per evitare che diventi rancido

Olive in salamoia: ecco come fare

Prima di spiegare tutti i passaggi necessari al fine di preparare con successo le olive in salamoia, è ovviamente indispensabile capire gli ingredienti che ci vogliamo. Non abbiamo bisogno di cosa particolari: basta prendere un chilo di olive e 50 grammi di sale grosso. Detto ciò possiamo procedere a spiegare come fare passo dopo passo.

Preparazione delle olive

Iniziamo a lavare tutte le olive che abbiamo scelto. Una volta fatto ciò dobbiamo metterle in un contenitore d’acqua per qualche giorno, per la precisione venti. Ogni giorno ci dobbiamo però ricordare di cambiare l’acqua. Si tratta di un procedimento un po’ noioso, ma è fondamentale per ottenere il risultato sperato. Quando il tempo necessario è trascorso possiamo togliere le olive dall’acqua ed asciugarle con un panno.

preparazione salamoia
(foto pexels)

Preparazione della salamoia

Arriva dunque il momento di preparare la salamoia. Dobbiamo mettere dell’acqua in una pentola, aggiungervi i 50 grammi di sale grosso e portare il tutto a bollore. Una volta che questo passaggio è andato a buon fine possiamo spegnere il fuoco e lasciare raffreddare il tutto. Intanto possiamo mettere le olive nei barattoli di vetro; una volta che la nostra salamoia si è raffreddata possiamo aggiungerla in essi.

Potrebbe interessarti anche: I migliori oli extravergine d’oliva del 2021: la classifica

Ritocchi finali

Abbiamo finito? Praticamente sì, ma prima bisogna aggiungervi un piccolo dettaglio. Stiamo parlando del finocchietto selvatico. Ne basta un po’ per insaporire il tutto. In più esso è utile perché evita che le olive galleggino fuori dall’acqua. Non ci resta altro da fare che conservare i barattoli in un luogo fresco ed asciutto. Si consiglia di lasciarle lì per circa un mese, dopo di che si potranno finalmente gustare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *