Come rimuovere lo smalto semipermanente senza ricorrere all’estetista: tutti i passaggi da fare

Ti stai chiedendo come rimuovere lo smalto semipermanente? Vediamo allora come fare per toglierlo dalle proprie unghie in maniera completamente autonoma.

come rimuovere smalto semipermanente
(foto pexels)

Se ti stai domandando come rimuovere lo smalto permanente dalle tue unghie ecco a te una guida per far si che ciò avvenga con successo. In seguito sono riportati tutti i passaggi per togliere questo prodotto da sola, senza il bisogno di ricorrere perennemente all’aiuto dell’estetista.

Il migliore amico delle nostre unghie

Lo smalto è ormai immancabile per le donne, almeno per la maggior parte di esse. Ormai non riusciamo a vedere le nostre unghie nude, senza alcuna tinta. Circa una volta al mese dunque ci impegniamo a scegliere il colore che più ci piace, anche perché di alternative ce ne sono davvero molte: dalla più comune alla più ricercata.

smalto semipermante
(foto pexels)

Ovviamente per fare questa cccola nulla è meglio dell’estetista, che con estrema precisione applica lo smalto scelto da noi sulle nostre unghie garantendo una durata piuttosto lunga. Lo smalto più comune è quello semipermanente, che dura molto di più rispetto ad un normale smalto che siamo solite applicare da sole.

Potrebbe interessarti anche: Smalto adesivo, che cos’è e come si applica questa nuova tendenza (VIDEO)

Come rimuovere lo smalto semipermanente in maniera autonoma

Ma cosa succede quando vogliamo togliere lo smalto dalle nostre unghie? Può capitare che ci stanchiamo di avere lo smalto prima del tempo e se l’estetista non è disponibile come si può fare? Tranquille, con pochi passaggi la rimozione avverrà con successo e soprattutto senza ricorrere all’aiuto di nessuno.

Limare delicatamente lo smalto

Il primo passaggio da fare è prendere una lima ed iniziare ad agire sulle nostre unghie. Bisogna limare dunque con delicatezza ma non andremo a rimuovere tutto lo smalto, bensì il top coat cioè lo stato più esterno.

lima per unghie
(foto pexels)

Applicare il solvente

Secondo passaggio: il solvente. Una volta aver rimosso il top coat procediamo con la rimozione dello smalto vero e proprio. In questo caso avremo bisogno di due cose: acetone e dischetti di cotone. Non dobbiamo fare altro che bagnare i dischetti con il prodotto e poggiarli su ogni unghia.

Aggiungere la carta stagnola

Il passaggio successivo è quello di aggiungere la carta stagnola. L’obiettivo è quello di fissare per bene il cotone intorno ad ogni unghia. Ciò che andremo a fare dunque è avvolgere la carta intorno alle nostre dita. Una volta fatto ciò bisogna tenere il tutto in posa per circa 15 minuti.

unghie trattate bene
(foto pexels)

Utilizzare i bastoncini

Il tempo necessario è trascorso, adesso cosa si fa? Bisogna rimuovere la carta stagnola e di conseguenza anche i dischetti di cotone. Possiamo notare che lo smalto sarà diventato più morbido. Per rimuoverlo definitivamente adesso tocca utilizzare un bastoncino di cotone.

Potrebbe interessarti anche: L’aspetto delle unghie rivela patologie anche gravi: impariamo ad osservarle

Idratazione finale

Il passaggio finale consiste nell’idratare a dovere le nostre unghie. In che modo? Applicando degli appositi prodotti. Un esempio è l’olio di ricino, non solo idratante ma anche nutriente. Ovviamente le alternative sono davvero tante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *