Giornalismo in lutto, è morto Giampiero Galeazzi: aveva 75 anni

Giornalismo in lutto. È morto Giampiero Galeazzi, il noto cronista aveva 75 anni: una vita spesa per lo sport e il suo racconto. L’annuncio su Twitter.

Morto Galeazzi (Instagram)
Morto Galeazzi (Instagram)

Lutto nel mondo del giornalismo. È morto Giampiero Galeazzi, il giornalista sportivo aveva 75 anni. A darne l’annuncio sui social amici e colleghi, in primis Massimo Caputi, poi Clemente Mimun e gli altri con cui ha condiviso una vita sportiva e giornalistica. Celebre il suo modo di raccontare gli avvenimenti, con quella verve inimitabile che solo lui riusciva a tirar fuori: gli Scudetti in Serie A, le imprese italiane nel canottaggio, il ciclismo. Negli anni Novanta e anche nella prima parte del Duemila, il suo nome era una garanzia.

Leggi anche – Olio d’oliva, un nuovo studio rivela che può prevenire l’ictus

Giornalismo in lutto: muore Giampiero Galeazzi

Il giornalista con Roberto Baggio (Instagram)
Il giornalista con Roberto Baggio (Instagram)

Quella che resta ancora oggi quando pensiamo a un certo modo di raccontare lo sport e la cronaca: piglio sferzante, voce inconfondibile. Lascia un vuoto incolmabile, anche se ormai erano parecchi anni che aveva lasciato il lavoro per dedicarsi a sé stesso e alla malattia contro cui lottava strenuamente.

Oggetto anche di tante parodie, la più celebre e fortunata quella di Nicola Savino durante gli anni di Zelig, che il cronista aveva sempre accettato di buon grado. Un excursus il suo fatto di gavetta e affermazione, che l’ha portato poi a diventare uno dei volti più conosciuti nel settore: al punto che il suo soprannome, “Bisteccone”, divenne iconico. Accezione positiva di uno stile, un taglio e un approccio all’informazione forse in disuso, ma comunque senza tempo. Il mondo della carta stampata e del Web si stringe attorno alla famiglia del cronista. Innumerevoli sono i momenti scanditi dalla sua impronta, resteranno indelebili nella mente di molti. Appassionati per vocazione, estimatori per scelta, con una personalità del genere, non poteva essere diversamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *