Bonus natalizio, come presentare la domanda e chi ne ha diritto

Il Governo ha stanziato i fondi per il cosiddetto “Bonus natalizio” anche per il 2021. Come ottenerlo in famiglia e chi ne potrà usufruire.

Ascolti tv 26 settembre
Famiglia davanti la tv ( da pixabay)

Molte famiglie a causa delle condizioni avverse sociali hanno ancora bisogno di sostegno a carico delle amministrazioni competenti. La difficile realtà in cui viviamo con i contagi in aumento e di conseguenza il lavoro che scarseggia ha messo il governo centrale nelle condizioni di fare un ulteriore sacrificio.

Un sacrificio per le famiglie che nel corso degli ultimi due anni hanno riscontrato brusche frenate nel computo delle proprie disponibilità economiche. L’ISEE di fine anno presenta ancora corrispettivi al ribasso in alcuni nuclei e in particolare quelli maggiormente colpiti dalla pandemia.

Ecco dunque entrare in ‘gioco’ il cosiddetto antidoto del “Bonus Spesa”, in formato natalizio. Una manna dal cielo o meglio un’agevolazione fiscale distribuita dagli Enti amministrativi di rappresentanza urbana. Non tutti però possono averne diritto: andiamo a vedere quali condizioni sono necessarie per ottenerlo

Potrebbe interessarti anche: Prelievo bancomat, forti limitazioni da gennaio: “È necessario”

Bonus natalizio, ecco chi ne avrà diritto e a chi dovrà presentare la domanda

Reddito di cittadinanza c'è un bonus aggiuntivo
Bonus aggiuntivo – Foto dal web

Il “Bonus Natalizio” rappresenta per il secondo anno consecutivo il ‘regalo’ più dolce e desiderato da milioni di famiglie in Italia. Un anno fa, grazie all’entrata in vigore del Decreto Sostegni ‘Bis’ è stato possibile usufruire di alcuni fondi indispensabili per trascorrere il periodo più bello dell’anno come ‘Dio comanda’.

Si era parlato di ben 500 milioni di euro, un corrispettivo a quanto pare confermato nel complesso dal Governo centrale e distribuito in maniera equa presso ciascuna amministrazione comunale. Come accaduto l’anno scorso, anche per quest’anno risulta tutto confermato per la gioia di quelle famiglie ancora nel ‘tunnel’ delle difficoltà.

Per richiedere il Bonus natalizio, presso i Comuni di residenza sarà necessario avere un ISEE inferiore a 15.000 euro. Alcune realtà urbanistiche italiane hanno già optato un ‘non limite’ alla distribuzione del premio su carte di credito o debito e conto corrente.

Altro requisito fondamentale è il numero di componenti per famiglia, i quali non dovranno avere a carico eventuali sostegni già autorizzati come il Reddito di Cittadinanza, la NASPI o indennità varie. Per tutte le altre informazioni più dettagliate si invita a consultare i bandi previsti nell’albo pretorio di ciascun sito web di riferimento al proprio comune.

Il Bonus potrà avere fino ad un massimo di 1.400 euro di agevolazione per nucleo, in alcuni comuni, distribuiti in più tranche mensili. Si tratta di buoni spesa spendibili all’interno dei punti vendita aderenti. Il premio conterrà solo ed esclusivamente fruizioni di beni di prima necessità e farmaci.

Potrebbe interessarti anche: Bancomat, stanno scomparendo: li troveremo soltanto qui

Tuttavia è possibile richiedere di norma il bonus fino al 31 Dicembre 2021 con alcune eccezioni in diversi comuni già preesistenti. Tra questi rientrano Lecce e Milano, i cui bandi per la richiesta sono già oltre il termine previsto, mentre in Toscana ed Emilia non ci sono limiti da rispettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *