Bonus senza ISEE, la scadenza si avvicina. Occasione d’oro, 8.000 euro per milioni di italiani

Si avvicina la data di scadenza per il Bonus senza ISEE, milioni di italiani potranno vedersi accreditati 8.000 euro. Attenzione però alla scadenza, è fissata al 31 dicembre. 

Reddito di cittadinanza c'è un bonus aggiuntivo
Reddito di cittadinanza c’è un bonus aggiuntivo Foto dal web

Il Bonus senza ISEE è in scadenza, il 31 dicembre 2021 è la data nella quale moltissimi italiani si vedranno tagliare dal Governo Draghi un importante somma di denaro sul totale di 8.000 euro. Il Bonus ad ogni modo verrà rinnovato a tutti i cittadini che hanno ottenuto la proroga anche per l’anno 2022 anche se in forma minore. E’ ancora possibile presentare la domanda per non rimanere totalmente a bocca asciutta. Vediamo insieme come fare.

Potrebbe interessarti anche —-> Carta di credito smagnetizzata, l’errore frequente che la rende inutilizzabile

Molti Bonus senza ISEE stanno per essere aboliti o rinnovati con la nuova Legge di Bilancio 2021, è possibile presentare domanda per i Bonus fino al 31 dicembre 2021 e cercare di capire se sarà possibile ricevere qualche incentivo. La Legge di Bilancio 2022 definirà le sorti di milioni di cittadini per l’anno a venire, ma da quello che si dice in girò sarà prevista una vera strage almeno per quanto concerne i contributi, al momento però non è nulla di ufficiale.

Bonus senza ISEE, come funziona e come fare domanda

Palloncini con percentuale di sconto
(Foto Pexels)

Il Bonus senza ISEE fa parte della Legge di Bilancio 2021, il suo obiettivo è quello di aiutare i cittadini italiani, soprattutto quelli in serie difficoltà economiche, a risparmiare sull’acquisto di elettrodomestici di classe A o A+, detraendo le tasse dall’IRPEF. Il 31 dicembre 2021 è la data ultima per presentare la domanda, vi è però una condizione, nell’abitazione di proprietà devono essere realizzati dei lavori di ristrutturazione.

Per l’anno 2022 tutto cambia, il Premier Draghi ha deciso di rivoluzionare il Bonus Mobili ed Elettrodomestici. Sono previsti per questa sezione dei tagli che non gravano sulle sullo Stato.

Potrebbe interessarti anche —> Pon-Pon: tutte le decorazioni fai da te con questi batuffoli

Questo bonus rappresenta un rimborso sulle spese affrontate per l’acquisto di elettrodomestici e mobili, il rimborso non supera gli 8.000 euro. Questo bonus è riconosciuto soltanto a tutte quelle persone che hanno avviato lavori di ristrutturazione dal 1 gennaio 2020 e a quelle persone che dovranno acquistare i mobili e gli elettrodomestici a lavori ultimati. Per il 2022, il Premier Draghi ha tagliato il rimborso che da 8.000 euro scende a 5.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *