Dieta per iperuricemia: i cibi da evitare per abbassare l’acido urico

Qual è la miglior dieta da seguire per chi soffre di iperuricemia? Alcuni alimenti aumentano i livelli di acido urico: ecco quali sono e perché evitarli.

dieta iperuricemia
(Foto Adobe Stock)

Con il termine iperuricemia si intende una elevata presenza di acido urico nel sangue, al di sopra dei livelli normali. Si tratta di una condizione rischiosa, la cui conseguenza è la gotta, che causa dolorosi stati di infiammazione nelle articolazioni. Come mantenere in equilibrio i livelli di acido urico? Anche l’alimentazione può venire in nostro soccorso o, al contrario, peggiorare la situazione. Ecco tutti i cibi da evitare categoricamente in una adeguata dieta per iperuricemia.

Dieta per iperuricemia: gli alimenti da non introdurre

I cibi che provocano l’aumento di acido urico contengono un alto tasso di purine, ovvero molecole che si trovano all’interno di numerosi alimenti e bevande di largo consumo.

sostanza nella carne
(foto pexels)

La loro degradazione produce l’acido urico, una sostanza di scarto che viene eliminata attraverso l’urina.

Nel caso di iperuricemia, tuttavia, a causa dell’elevata quantità di acido urico, l’organismo non riesce a smaltirlo totalmente.

Questa sostanza ristagna nel sangue, causando una serie di disturbi come la gotta o dolorosi calcoli ai reni.

Tra gli alimenti che non dovremmo introdurre all’interno di una dieta per iperuricemia rientrano:

  • Carne rossa;
  • Molluschi e frutti di mare;
  • Pesce azzurro;
  • Formaggi grassi;
  • Asparagi e spinaci
  • Bevande zuccherate;
  • Caffè.

Carne rossa

Vietato mangiare carne rossa per chi ha elevati livelli di acido urico nel sangue.

alimenti pieni di ferro
(foto pexels)

Questo alimento, infatti, contiene alti livelli di purine e grassi. I rischi per la nostra salute derivanti dall’assunzione di carne rossa riguardano patologie renali e articolari.

Molluschi e frutti di mare

Nella dieta per iperuricemia non bisognerebbe mai includere cibi come cozze, vongole e gamberi.

gamberi teste
(Foto Pexels)

Infatti, si tratta di alimenti in cui la concentrazione di purine è molto elevata.

Molto meglio, quindi, evitarne il consumo e sostituirli con frutta e verdura.

Pesce azzurro

Nella dieta per iperuricemia non c’è spazio neanche per il pesce.

Tonno non fresco
da pixabay

In particolare, bisognerebbe categoricamente eliminare dalla propria alimentazione sardine, acciughe e sgombro, particolarmente ricchi di acido urico.

Non a caso, numerosi studi hanno evidenziato come patologie quali calcoli renali di acido urico e gotta si manifestino più frequentemente nelle popolazioni il cui piano alimentare prevede un consistente apporto di pesce, crostacei e molluschi.

Formaggi grassi

Responsabili dell’aumento di LDL, ovvero il cosiddetto “colesterolo cattivo”, i formaggi grassi non andrebbero consumati se i livelli di acido urico nel sangue sono alti.

mascarpone in gravidanza
(foto pexels)

Non solo, infatti, sono dannosi per chi soffre di iperuricemia, ma una maggiore quantità di LDL è tra le principali cause di ictus e attacchi cardiaci.

Asparagi e spinaci

Vietato consumare asparagi e spinaci se si soffre di iperuricemia: non andrebbero mai introdotti nella propria dieta.

seppie
(Foto Pixabay)

Nonostante, infatti, siano alimenti ricchi di acido folico, sali mirali e antiossidanti, questi cibi risultano anche fortemente caratterizzati dalla presenza di purine.

Potrebbe interessarti anche: Acido urico alto, ecco i metodi naturali per abbassarlo

Bevande zuccherate

Al bando le bevande zuccherate che contengono fruttosio, come succhi di frutta e coca cola.

cola
(Foto Pexels)

I rischi per l’organismo sono numerosi, e riguardano non solo chi soffre di iperuricemia.

Un alto consumo di queste bevande, infatti, può causare erosione dello smalto dentale, aumento di peso e predisposizione al diabete.

Potrebbe interessarti anche: Allopurinolo: una molecola che riduce gli acidi urici

Caffè

Infine, cattive notizie per gli amanti della caffeina: il caffè è tra le bevande più ricche di purine.

moka-intasata-come-risolvere
caffè (pixabay)

Oltre a ostacolare il processo di filtrazione da parte dei reni e la conseguente eliminazione dell’acido urico, infatti, questa sostanza disidrata il corpo e contribuisce all’infiammazione di tessuti e articolazioni.

L. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *