Come liberare il naso chiuso senza l’uso di medicinali: rimedi naturali

Come liberare il naso chiuso, senza ricorrere per forza di cose a medicinali ma semplicemente utilizzando rimedi naturali.

naso chiuso
(Foto Pixabay)

Durante l’arco di un anno ed in particolare quando si avvicina la stagione invernale, tutti noi siamo soggetti a problematiche di salute, dovute a raffreddamenti, tra queste il naso chiuso.

Il naso chiuso è dovuto all’accumulo di muco all’interno della cavità nasale, espressione di un’infiammazione delle mucose respiratorie.

Questa condizione, è pressoché seccante, poiché più che dolorosa si tratta di uno stato di salute che genera stress e nervosismo.

Tuttavia prima di ricorrere a vari farmaci presenti in commercio è possibile iniziare a curare con i migliori rimedi naturali per liberare il naso chiuso.

Come liberare il naso chiuso

Liberare il naso chiuso è un’azione fondamentale, seppur non una condizione grave, rimane in ogni caso una situazione irritante per cui intervenire.

Muco nasale nero
Soffiarsi il naso (Gettyimages)

La congestione nasale è un sintomo comune a numerosissime malattie delle vie respiratorie. Quando però rappresenta un disturbo fastidioso che non ci lascia dormire di notte così come svolgere le consuete attività quotidiane, è possibile ricorrere agli utilissimi consigli della nonna.

Primo fra tutti i suffumigi, i quali favoriscono l’inspirazione del vapore, donando una sensazione immediata di sollievo. Vediamo quali altri rimedi naturali per liberare il naso chiuso, esistono.

Suffumigi al sale grosso

I suffumigi, antico rimedio della nonna, vengono effettuati per lo più con eucalipto o bicarbonato, due prodotti quasi sempre presenti in casa. Tuttavia può capitare di non averli al momento di dover risolvere il problema del naso chiuso. È possibile quindi ricorrere a del sale grosso, per la precisione un cucchiaio di sale grosso in acqua bollente. Non vi resta che coprire la testa con un asciugamano e respirare i vapori sprigionati per una decina di minuti.

Potrebbe interessarti anche: Croste nel naso, perchè si creano e come curarle

Cipolla

Grazie alle sostanze sprigionate dalle cipolle, sbucciare ed affettare cipolle contribuirebbe a ridurre la congestione nasale. Basta respirare molto profondamente mentre si tagliano ed ottenere l’effetto desiderato, ovvero liberare il naso chiuso.

Olio di sesamo

Non deve essere inalato, ma semplicemente strofinato con delicatezza all’interno delle narici, per risolvere il problema della secchezza delle mucose e contrastare la congestione nasale, favorendo l’eliminazione del muco. L’olio di sesamo deve essere applicato, preferibilmente dopo essere stato intiepidito, con le dita in pochissime gocce all’interno delle cavità nasali.

Bevande calde

Quando si è molto raffreddati bere bevande calde contribuisce ad attenuare la congestione nasale. Tre le bevande calde migliori vi sono la tisana allo zenzero e la tisana all’echinacea, che contribuisce inoltre a rafforzare le difese immunitarie.

Lo stesso risultato lo si ottiene mangiando una vellutata calda od una minestrina preparata con brodo di verdure.

Spezie piccanti

Le spezie piccanti, stimolano il naso, lasciandolo colare al fine di espellere il muco. Le migliori spezie sono: il peperoncino, lo zenzero, ma anche il pepe nero ed il pepe lungo. Tutte utilizzate per il condimento delle pietanze.

Prevenzione

È possibile, tuttavia, poter evitare questa condizione di naso chiuso. Basterebbe rafforzare le difese immunitarie. Evitando gli sbalzi di temperatura e seguendo un’alimentazione ricca di antiossidanti (vitamina C e vitamina E). Riducendo, inoltre il consumo di latticini, in modo da non contribuire alla formazione di muco in eccesso, oltre che di alcolici, che possono provocare disidratazione ed aumentare la secchezza delle cavità nasali.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *