Zucca di butternut: poco conosciuta in Italia ma dal gusto inconfondibile

È un tipo di zucca originario del continente americano, ma da noi è poco conosciuta: la zucca di butternut ha un gusto inconfondibile.

zucca di butternut, forma particolare
Zucca di butternut, la sua forma particolare (foto da Pixabay)

È un tipo di zucca originario del continente americano, ma da noi è poco conosciuta: la zucca di butternut ha un gusto inconfondibile. È una zucca a tutti gli effetti, colore arancio, i semini con la polpa nel centro, le striature sulla buccia. Eppure questa zucca proveniente dal Sud America ha un aspetto e un gusto davvero particolari.

Dalla forma a fungo che supera anche i 20 centimetri e dal sapore che ricorda le nocciole o mandorle, questa zucca potrebbe essere la scoperta che fa per voi. Se non l’avete mai assaggiate resterete a bocca aperta per il suo gusto intenso. Perfetta per preparare deliziosi piatti autunnali. Vediamo le caratteristiche di questo frutto coltivato in luoghi a clima temperato.

Potrebbe interessarti anche → Gnocchi di broccoli, morbidi e saporiti: veloci e semplici da preparare!

Le proprietà nutritive della zucca di butternut

Semini e polpa della zucca, si possono mangiare
Semini e polpa della zucca, si possono mangiare (foto da Pixabay)

La coltivazione della zucca di butternut è ormai diffusa anche in Europa. Sin dalla scoperta delle Americhe, gli europei se ne innamorarono, riportando tonnellate di frutta nel Vecchio Continente. Alcune tipologie di questo frutto, sono state sviluppate in Italia, come ad esempio la zucca di Napoli, la trombetta di Albenga oppure la zucca violino.

Come la classica zucca che tutti noi conosciamo, quella di forma tonda e un poco schiacciata, anche questa varietà presenta numerosi benefici. È ricchissima di sali minerali come magnesio, ferro e potassio, e contiene vitamine preziose per la nostra salute. Le vitamine A e B fanno bene alla nostra pelle, al sistema immunitario e alla vista.

Tra l’altro, la zucca è eccellente per le diete, visto il suo povero apporto calorico. A differenza della zucca tradizionale, la zucca di butternut ha una buccia abbastanza sottile, che si taglia facilmente. I suoi semi si possono tranquillamente mangiare, magari cotti al forno e saltati in padella. La polpa, come del resto anche la buccia, possono essere mangiate, magari dopo una bella cottura, specialmente per quanto riguarda la buccia. Il calore infatti neutralizza le attività batteriche.

Potrebbe interessarti anche → Cibo ammuffito e pieno di microbi? Con questo semplice metodo non accadrà più!

Si può preparare per accompagnare mille ricette e gustare tantissimi modi differenti, ma è ottima anche mangiata da sola. Sia cotta che cruda, la zucca di butternut è sempre una scelta eccellente per la nostra salute. Anche immersa nell’olio fritto, tanto la sua polpa assorbe bene. Un buonissimo frutto, dal sapore particolare, per una dieta sana e corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *