Colesterolo cattivo addio: i precetti d’oro

Colesterolo cattivo? Può capitare, specie se si conduce uno stile di vita sedentario. Non dobbiamo mai abbassare la guardia: ecco i precetti da seguire

colesterolo-cattivo-addio
zucchero e indicatore di glicemia (pixabay)

Il colesterolo alto è un’evenienza da considerare. Spesso se facciamo un certo stile di vita dove la sedentarietà la fa da padrona, il rischio è dietro l’angolo. Mettiamoci anche che alle volte mangiamo male, velocemente tra una pausa e l’altra; in più da non dimenticare è la predisposizione genetica: se in famiglia abbiamo chi ne abbia sofferto, allora prestiamo il doppio dell’attenzione.

Cosa fare però, quando ci viene diagnosticato il colesterolo alto? Manteniamo la calma e atteniamoci ai consigli: consigli che devono essere seguiti, ribadiamolo, il più velocemente possibile e anche alla lettera.

Ti potrebbe interessare anche->Il male di stagione: quello che devi sapere sul raffreddore

Colesterolo cattivo, come combatterlo

colesterolo-cattivo-addio
frullati, ottimi per questo tipo di prevenzione

La prima cosa che sarà modificata, va da sé, è la dieta: bandite assolutamente tutto quel che non è salutare: via le fritture, gli insaccati, i latticini, la carne rossa, i dolci. Ben vengano invece: le fibre, gli alimenti integrali, il pesce e la carne bianca.

Ti potrebbe interessare anche->Puzza di umido sul bucato: poche regole per eliminarla

Un aiuto potrebbe essere anche specifico di alcune preparazioni, come quella preparata col sesamo, la mela e l’avena: in un bicchiere di acqua bollente, mettete un po’ di sesamo e lasciate a riposo per svariate ore. Aggiungete poi l’acqua nel frullatore, assieme alla mela e all’avena e frullate. Potete consumarlo per spezzare la fame. L’avena è d’altra parte un ingrediente particolarmente valido per curare questo tipo di disturbi. Valido alla stessa maniera, lo zenzero.  Chiedete al vostro medico di fiducia in che forma sia più conveniente per voi da consumare.

Altri precetti riguardano la generalità delle vostre vite: cercate di muovervi di più. L’ideale sarebbe un po’ di sana attività fisica: ma non disdegnate anche piccoli gesti, come prendere le scale o andare a piedi.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.