Come gestire l’ansia senza medicinali: rimedi naturali e consigli utili

Come gestire l’ansia senza l’uso dei medicinali: i migliori consigli e rimedi naturali, per superare questo sgradevole stato emotivo.

ansia
(Foto Pixabay)

L’ansia è il disagio psicologico più sentito e ricercato sul Web dagli italiani. Si tratta di un problema molto diffuso a prescindere dall’età.

L’ansia è un sentimento di paura o apprensione per ciò che verrà, la risposta naturale del nostro corpo, allo stress.

Può presentarsi all’improvviso ma anche gradatamente, può durare da pochi secondi ad anni. Ciò che chiaro è che si ci sente fuori controllo.

Perciò, nell’articolo di oggi, andremo a capire come gestire l’ansia senza l’uso dei medicinali.

Come gestire l’ansia: capire i segnali

Qualunque evento o situazione che la nostra mente avverte come minaccia, dalla perdita del lavoro, all’esito di un esame, può scatenare un malessere ansioso.

tisana
(Foto Pixabay)

Sappiamo che all’origine del disturbo ci sono cause genetiche e ambientali (stile di vita, stress, alimentazione). Ma come possiamo come gestire l’ansia senza ricorrere all’uso di medicinali?

Quali sono i segnali da dover considerare? Innanzitutto cerchiamo di far luce sui tipi di sintomi che scatena questa condizione.

In generale i sintomi dell’ansia si classificano in:

  • generali: senso di paura e di pericolo imminente; paura di morire o di perdere il controllo; tensione generale; incapacità di rilassarsi; apprensione; ipervigilanza; inquietudine;
  • psicologici: preoccupazioni eccessive per questioni secondarie; tendenza al catastrofismo; irritabilità e impazienza; difficoltà a concentrarsi e scarsa attenzione; sensazione di perdita della propria personalità e del senso della realtà; disturbi della memoria; disturbi del sonno;
  • neurovegetativi: difficoltà alla respirazione, fame d’aria (dispnea), respirazione accelerata (iperpnea); dolore toracico; vertigini, sensazione di instabilità, svenimento imminente (lipotimia); vampate di calore o di freddo; sensazione di soffocamento, difficoltà alla deglutizione, bocca secca; battito cardiaco accelerato o non regolare (aritmico); sudorazione eccessiva; senso di debolezza; minzione (urinare) frequente; diarrea; tensione muscolare.

Naturalmente i sintomi possono essere differenti da soggetto a soggetto e possono cambiare nel tempo.

Come gestire l’ansia: rimedi

Una volta individuati i segnali occorre capire quando l’ansia ha bisogno di cure, ovvero quando è patologica.

Quando l’ansia interferisce con il benessere psico-fisico, si accompagna a problemi psicologici e psichiatrici, nonché i conflitti irrisolti della persona che ne soffre.

Tutto questo, è tale da provocare una sofferenza insopportabile ed occorre intervenire con l’aiuto di professionisti.

Si definisce invece ansia normale, fisiologica o d’allarme, uno stato di tensione psicologica e fisica scatenato da una problematica realmente esistente, alla quale è possibile reagire con rimedi naturali.

E in che modo è possibile gestire l’ansia senza l’uso dei medicinali?  Esistono davvero diversi prodotti naturali con i quali è possibile tenere a bada l’ansia. Scopriamoli insieme!

Colazione

Per contrastare e gestire l’ansia senza l’uso dei medicinali, è importante agire fin da subito. Appena svegli, occorre partire con il piede giusto, iniziando con il pasto più importante della giornata, ovvero la colazione.

È consigliato fare una abbondante colazione, evitando gli alimenti troppo ricchi di zuccheri che possono creare agitazione. Meglio propendere per cereali integrali, frutta secca e yogurt magro non zuccherato.

Esercizio fisico

L’esercizio fisico aiuta il corpo a rilassarsi, per la precisione occorrono almeno 21 minuti di attività al giorno.

La nostra mente inizia a sentire i benefici solo dopo 20 minuti e riesce a liberarsi dall’ansia, per tornare, finalmente, a respirare.

Tè verde

Il verde è ricco di un aminoacido chiamato L-teanina, che ha effetti calmanti riduce lo stress psicofisico. Contiene anche flavonoidi, catechine, tannini, teina, teofillina, vitamine del gruppo B e diversi minerali.

Si utilizza prevalentemente in infuso. Per una tazza la quantità ideale è di circa 2 cucchiaini da caffè.

Melissa

La melissa è un rimedio naturale, molto antico, contro ansia e stress. Ha proprietà sedative e spasmolitiche e aiuta a risolvere i problemi di insonnia.

Può essere presa come tisana, combinata con altre piante, oppure in capsule o in tintura. Tuttavia gli esperti suggeriscono di non esagerare per non avere effetti opposti.

Potrebbe interessarti anche: Ansia da lavoro: individuarne le cause per combatterla al meglio

Camomilla

La camomilla grazie alla presenza di flavonoli, è una pianta con proprietà sedative. Alcune componenti riescono ad agire sui recettori del cervello quasi allo stesso modo di alcuni farmaci, come il Valium.

La camomilla è apprezzata per l’attività sedativa ma anche antimicrobica, antisettica, antibatterica, antinfiammatoria, carminativa, spasmolitica e cicatrizzante, mentre la varietà di camomilla romana ha proprietà sedative, carminative antispasmodiche e antiemetiche.

Luppolo

Il luppolo ha un effetto calmante sull’organismo, anche se raramente viene assunto tramite bevande a causa del suo sapore amaro. Molto utile anche contro i disturbi del sonno.

Valeriana

La valeriana è una pianta sedativa utile contro ansia, insonnia e tachicardia. La valeriana ha proprietà ansiolitiche e sedative date dall’insieme dei suoi costituenti e, in particolare, agli acidi valerenici.

Questi acidi hanno azione spasmolitica in grado di rilassare la muscolatura liscia, la valeriana può utile anche per contrastare i sintomi della sindrome del colon irritabile.

Naturalmente è bene consultare il proprio medico prima di intraprendere un percorso non seguito da un professionista.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *