Bromidrosi e altre malattie , quando il nostro odore è sgradevole

Bromidrosi e altre malattie, è il caso in cui noi emaniamo un odore sgradevole. Da cosa possono essere causata e cosa possiamo fare in questo caso?

bromidrosi-cattivo-odore
sudore (pixabay)

Ci sono dei casi in cui il nostro odore non è dei migliori. Alle volte per quanto possiamo andare di docce, non dipende da noi. Ci sono dei disturbi infatti che hanno come primario effetto quello di emanare un odore sgradevole.

Vediamo a cosa questo possa essere collegato ma ricordiamoci: seppure questo disturbo possa crearci problemi di natura sociale e psicologica anche gravi, per via dell’ansia che abbiamo di recare fastidio agli altri o all’angoscia di quello che gli altri possano pensare di noi, una malattia non è mai colpa nostra. Gestiamola serenamente, cercando di spogliarla dalle altre valenze sociale e psicologiche. In questo momento non ci possono aiutare in alcun modo.

Ti potrebbe interessare anche->Punti neri, per toglierli i metodi casalinghi non sono quelli giusti

Bromidrosi e le altre malattie responsabili del cattivo odore della pelle

bromidrosi-cattivo-odore
lavarsi con degli oli essenziali come la lavanda può aiutare (pixabay)

Iniziamo da quella che per prima abbiamo nominato, la bromidrosi. Questo disturbo è causato da un deterioramento delle ghiandole sudoripare e di conseguenza il nostro sudore può non avere un odore gradevole. Non per forza questo disturbo è associato ad una sudorazione eccessiva.

Ti potrebbe interessare anche->Decorazioni da assaggiare: alcune idee da portare in tavola a Natale

La bromidrosi ha tra le sue cause l’obesità: ed effettivamente questa condizione predispone a malfunzionamenti di questo tipo, dovuti anche al fatto che si tende a sudare di più, essendoci più massa adiposa. Un impatto può averlo effettivamente anche ciò che mangiamo: mangiare cipolle e cibo molto speziato, ci porterà ad avere un odore più acre.

Altri odori possono essere legati per esempio invece all’urina: un’urina maleodorante può essere sintomo di infezione alle vie urinarie, del prolificarsi di lieviti e batteri. Altro da tener presente è l’alito: il sentore acetonico è tipico di disturbi gastrointestinali, come il vomito, o di pazienti diabetici in debito di zucchero.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *