Donne: dolore all’addome non solo per colpa del ciclo, le probabili cause

Molto spesso le donne avvertono un forte dolore all’addome, ciò non dipende soltanto dalle mestruazioni, ma anche da altre cause.

Dolore al ventre, le probabili cause
Dolore al ventre, le probabili cause (foto da Pexels)

Molto spesso le donne avvertono un forte dolore all’addome, ciò non dipende soltanto dalle mestruazioni, ma anche da altre cause, che occorre prevenire e monitorare. Solitamente, quando non si tratta di ciclo, i dolori al basso ventre derivano da infiammazioni, che possono arrivare dai genitali.

Infiammazioni alle parti intime incidono parecchio sul dolore alla pancia nelle donne. L’utero è parecchio soggetto a infiammazioni, specialmente nelle donne che hanno subito interventi chirurgici. Farsi controllare periodicamente dal ginecologo è ovviamente fondamentale per monitorare la propria salute. Ma vediamo le cause che possono scatenare questi dolori.

Potrebbe interessarti anche → Il problema dei pidocchi: come riconoscerlo e come combatterlo

Le cause del dolore addominale nelle donne

Il dolore addominale ha varia natura
Il dolore addominale ha varia natura (foto da Pexels)

Esistono tantissimi tipi di dolore addominale nelle donne, alcuni avvengono durante o subito dopo il rapporto sessuale. Altri, invece, partono da dietro la schiena e arrivano nella parte anteriore. Le cause scatenanti sono la dismenorrea, ossia il termine tecnico con cui i medici definiscono i dolori da mestruazione. Poi troviamo le infiammazioni ginecologiche, come annessite o endometrite, che colpiscono ovaie e mucosa dell’utero.

Oltre al dolore, in questi casi la donna ha anche perdite di urina e sensazione di bruciore. Altre cause possono essere tumori benigni, cisti ovariche, sfregamento da oggetto esterno, intervento chirurgico come nel caso di un aborto. Il dolore all’addome è dato da infiammazione di varia natura, da presenza di cisti, da cistite, da tumori, da gravidanza e molto altro ancora.

Insomma, i casi sono i più disparati, alcuni sono gravi, altri si possono gestire tranquillamente, magari consultando i proprio ginecologo, assumendo antinfiammatori o facendo impacchi caldi. Esistono anche alcuni casi limite di dolore addominale non collegati alle parti intime, ma dovuto ad altri organi, come reni o polmoni.

Potrebbe interessarti anche → Depressione e sedentarietà: ecco perché c’è una relazione

Il ginecologo, dopo un’attenta visita, saprà consigliare la terapia farmacologica più adatta alla situazione. Raramente, questi dolori si aggravano tanto da portare all’intervento chirurgico, che comunque è poco invasivo, salvo controllo scrupolosi e periodici. Se invece avete un ciclo che vi procura fortissimi dolori occorre che consultiate un medico, potrebbe infatti trattarsi di una malattia al sistema riproduttivo. La prevenzione è importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *