Acqua calda e risparmio: si può! ecco come

L’acqua calda ci costa, come tutto. Ma come la mettiamo con il risparmio? In realtà si può fare senza problemi: vediamo come

risparmio-acqua-calda
applicare un riduttore del flusso a rubinetti e soffioni può essere un’idea (pixabay)

All’acqua calda non potremmo mai rinunciare, specie se fuori fa freddo. Ma, non è una novità, l’acqua calda si paga, come tutto. E alle volte ne usiamo a sproposito più del dovuto: oltre a considerare qui lo spreco energetico della caldaia che deve scaldare l’acqua faremmo bene a considerare anche lo spreco della materia prima, la stessa acqua, così carente in alcune zone del pianeta.

Premesso che alle volte, nonostante la si usi per indicare anche proverbialmente qualcosa di negativo, la doccia fredda ci fa bene- ci sveglia, attiva la circolazione, da tonicità e vigore ai muscoli, in realtà è anche fattibile usare l’acqua calda e coniugarla al risparmio. Ci vuole senno, come in tutto.

Ti potrebbe interessare anche->Piano a induzione o fornello tradizionale a gas, quale conviene?

Acqua calda, il risparmio è possibile

risparmio-acqua-calda
La siccità, in generale, è un problema da non sottovalutare (pixabay)

Un primo consiglio è usare l’acqua calda quando ci serve davvero. Non azioniamo la caldaia gratuitamente: state, mettiamo il caso, pulendo un oggetto che non abbia particolari note. Perché usare l’acqua calda? vogliamo risparmiare all’oggetto di sentir freddo? Facciamo attenzione a questi piccoli dettagli.

Ti potrebbe interessare anche->Ricaricare il telefono in auto, “è dannoso e pericoloso”: evitate questo

Cercate di riusare, nei limiti del sensato, l’acqua. Ad esempio, quando ne fate uso, mettete un recipiente che raccolga quella che non usate. Potreste riusarla per dare l’acqua alle piante, o per tirare lo scarico- che è una delle cose che spreca di più. Altro trucco: quando scolate la pasta potreste riusare quell’acqua per lavare i piatti, visto che l’acqua calda pulisce di più.

Applicate ai rubinetti un riduttore di flusso: l’acqua uscirà in dosi minori, e sarà più facilmente non sprecabile. Anche un riduttore di temperatura può andar bene: questo si applica solitamente anche ai soffioni delle docce, per potervi consentire docce calde, con uno spreco di acqua molto minore.

Attenzione anche ai boiler elettrici per scaldare l’acqua che solitamente sono ad alto consumo energetico: scegliete sempre modelli avanzati e posizionateli quanto più possibile agli elettrodomestici da cui avrete bisogno di acqua calda.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *