Pettole pugliesi per la Vigilia dell’Immacolata: ottime sia dolci che salate

Da tradizione le Pettole pugliesi si preparano per la Vigilia dell’Immacolata e sono saporite e deliziose sia dolci che salate, ecco come si preparano

Pettole pugliesi dolci e salate
Pettole pugliesi (Screenshot da Facebook)

Le pettole pugliesi sono delle saporite palline di pasta lievitata che secondo la tradizione pugliese si preparano per la Vigilia dell’Immacolata. In moltissimi, però, le preparano anche durante l’anno dal momento che sono davvero buonissime.

Si tratta di una ricetta davvero semplice da preparare, in poco tempo e senza alcuna fatica otterrete un incredibile risultato. Si possono fare sia dolci che salate, entrambe le variante conquistano sempre tutti. Ottime come antipasto e durante l’aperitivo con amici e familiari, dopo averle portate in tavola finiranno in un attimo!

Volete sapere come preparare le pettole pugliesi in versione sia dolce che salata? Continuate allora a leggere i successivi paragrafi per l’elenco completo degli ingredienti e il procedimento.

Ecco come preparare le deliziose e saporite Pettole pugliesi dolci e salate

Pettole pugliesi dolci e salate
Pettole pugliesi (Screenshot da Facebook)

Potete seguire la tradizione pugliese e prepararle durante la Vigilia dell’Immacolata, di sicuro piaceranno proprio a tutti. Il loro gustoso sapore e la loro morbidezza farà impazzire chiunque, anche i più piccoli.

Gli ingredienti per preparare deliziose ‘Pettole pugliesi dolci e salate’ sono:

  • 500 gr di farina 00
  • 25 gr di lievito di birra fresco
  • 380 gr di acqua
  • un cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
  • olio per friggere q.b.

Per la variante salata:

  • olive nere snocciolate
  • olive verdi snocciolate

Per la variante dolce:

  •  zucchero semolato q.b.

Preparazione:

Iniziate versando la farina e il sale all’interno di una capiente ciotolata insieme al lievito precedentemente sciolto in poca acqua tiepida. Dopo aver mescolato tutti gli ingredienti aggiungete l’olio extravergine di oliva e l’acqua e impastate con l’aiuto di un cucchiaio fino a quando la consistenza della pastella non diventerà molle.

Potrebbe interessarti anche: Menu dell’Immacolata: da nord a sud tutti i piatti della tradizione

A questo punto, per fare sia le pettole dolci che quelle salate, dividete l’impasto a metà. In una metà unite una manciata di olive sia verdi che nere, entrambe denocciolate e tagliate a piccoli pezzi. Coprite entrambi gli impasti con la pellicola e lasciateli lievitare per almeno due ore, dovranno triplicare di volume.

Trascorso questo tempo versate l’olio per friggere all’interno di una pentola con i bordi alti e cuocete prima le pettole dolci. Con un cucchiaio prendete un po’ di pastella e fatela scivolare con il dito nell’olio bollente, inizierà subito a gonfiarsi.

Potrebbe interessarti anche: Frutta secca pralinata, la leccornia natalizia di Benedetta Rossi

Girate i bocconcini più volte per circa due minuti, saranno cotti quando saranno perfettamente dorati da entrambi i lati. Non appena sono pronte scolate le vostre gustose pettole e adagiatele su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Rotolatele subito dopo nello zucchero mentre sono ancora calde per farlo aderire perfettamente.

Cuocete allo stesso modo anche le pettole salate, con l’unica differenza che non dovrete rotolarle nello zucchero a fine cottura. Gustate quindi le vostre deliziose pettole con amici e familiari, vi faranno impazzire sia nella versione dolce che in quella salata! Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd