Artrite: alcuni rimedi alle erbe per poter alleviare il dolore

Per combattere i dolori dell’artrite possono esserci dei rimedi naturali a base di erbe. Vediamo quali sono e come agiscono sul dolore.

artrite
Artrite (da Adobe Stock)

Artrite è un termine medico che indica l’infiammazione di una o più articolazioni. Ci sono tipi diversi di questo disturbo. Infatti, può avere natura traumatica, metabolica, infettiva o autoimmune. Di solito nelle persone anziane sopraggiunge inevitabilmente con i problemi alle ossa e alle articolazioni, ma alcune malattie possono provocarla anche in persone giovani.

In questo caso bisogna essere seguiti dal reumatologo e dal medico curante che sapranno dare le giuste indicazioni in base alla condizione della persona che ne soffre. Tuttavia, ci sono anche dei metodi naturali da poter usare per alleviare un po’ il dolore.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Artrite alle mani: qualche trucco per trovare sollievo

Vediamo alcune erbe che possono essere molto utili per alleviare i disturbi di questa condizione e come poter prepararle. Naturalmente si tratta di erbe facilmente reperibili che fanno parte della nostra vita di tutti i giorni.

Artrite: alcune erbe possono alleviare il dolore

rosmarino
Rosmarino (Foto di Monstera da Pexels)

Una di queste erbe che può aiutare è il rosmarino, molto usato in cucina per insaporire gli alimenti. È un potente antinfiammatorio e antiossidante. Per questo sarà molto utile metterne 10 grammi in 250 ml di acqua calda e lasciate in infusione per una decina di minuti. Filtrate e poi bevete questa bevanda. Due volte al giorno, specialmente al mattino e alla sera farà bene, ma potete anche versarla su del cotone e applicarla dove vi fa male.

La stessa cosa vale per il tiglio e per la corteccia di salice bianco. Quest’ultima produce gli stessi effetti dell’aspirina. Mentre il tiglio avrà un’azione diversa: preso nello stesso modo descritto per il rosmarino (usate 5 grammi in 250 ml di acqua calda) andrà a stimolare la produzione di sudore. Questo è fondamentale nel caso di infiammazione.

Un infuso, esattamente come è stato descritto all’inizio di questo paragrafo, lo si può fare anche con il dente di leone, il tarassaco, Le sue vitamine A e C proteggono i tessuti e le sue proprietà diuretiche combattono la ritenzione idrica. 10 grammi di dente di leone in 250 ml di acqua andranno bene, lasciatele in infusione per 10 minuti e filtrate. Potete berlo a stomaco vuoto quando avete dolore oppure fino a 3 volte a settimana.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Il succo estremamente utile contro artrite, Alzheimer e altre patologie

Infine, potete usare anche la camomilla. È un sedativo, quindi è in grado di rilassare i muscoli e i nervi tesi. L’infuso si prepara allo stesso modo dei precedenti con 10 grammi in 250 ml di acqua. Questa bevanda, però, potete berla più spesso delle altre, anche 2-3 volte al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *