Mangiare i cibi arancioni fa bene alla salute: ecco perché

Mangiare i cibi arancioni fa bene al nostro organismo: ecco quali sono i migliori e tutti i motivi che svelano i benefici di questi alimenti.

mangiare cibi arancioni bene
(Foto Adobe Stock)

Autunno e inverno sono le stagioni per eccellenza che offrono una numerosa varietà di ortaggi, frutta e verdura di colore arancione. Questi alimenti sono una preziosissima fonte di nutrienti essenziali per il benessere del nostro organismo. Scopriamo perché mangiare cibi arancioni fa bene alla salute.

Mangiare i cibi arancioni fa bene: tutti i motivi

Non ci sono più dubbi: un’alimentazione sana, basata su frutta e verdura di stagione, è il miglior modo di proteggersi da piccoli malanni e patologie più rischiose, come quelle a carico del sistema cardio-circolatorio.

Semini e polpa della zucca, si possono mangiare
Semini e polpa della zucca, si possono mangiare (foto da Pixabay)

Del resto, la saggezza di madre natura ci fornisce esattamente ciò di cui abbiamo bisogno, in ogni periodo dell’anno.

Con l’arrivo del freddo, tra i frutti che la terra ci offre ci sono i cibi di colore arancione: zucche, arance, mandarini e tanto altro.

Alle loro cromie sono associati particolari benefici. Quali? In primis, l’alta presenza di beta-carotene, un antiossidante naturale, protegge la nostra cute dall’invecchiamento.

Inoltre, mangiare cibi arancioni fa bene al nostro sistema immunitario. Tutto merito della vitamina C, che oltre a proteggerci dai malanni di stagione previene patologie cardiache e degenerative.

Avete gli occhi affaticati, o sentite male alla gola? Fate incetta di alimenti di colore arancione. Grazie alla presenza della vitamina A, infatti, gli occhi e le mucose vengono protette in maniera del tutto naturale.

Potrebbe interessarti anche: Succo di zucca: un incredibile toccasana per pelle, capelli e organismo

Autunno-inverno: gli alimenti che non possono mancare sulla tavola

Ora che abbiamo capito perché mangiare i cibi arancioni fa bene alla salute, scopriamo quali sono gli alimenti irrinunciabili, tipici delle stagioni fredde, che apportano numerosi benefici al nostro organismo.

Clementine (Pexels)

Regina dell’autunno, impossibile non citare la zucca nell’elenco degli alimenti arancioni. Perfetta per dar vita a preparazioni dolci e salate, è un’ottima fonte di magnesio, calcio e potassio.

Tra i cibi più benefici di questa stagione rientrano anche i cachi. Dall’effetto lassativo e ricchi di vitamina A, sono una merenda energetica e sana per la loro elevata presenza di zuccheri.

Attenzione, però: la loro assunzione non è indicata a chi soffre di problemi gastrointestinali e diabete.

Potrebbe interessarti anche: Clementine: gli incredibili benefici di questi agrumi

Come non citare i frutti arancioni tipici del periodo invernale?

Ce ne sono per tutti i gusti: da mandarini ad arance, passando per clementine e mandaranci, questi alimenti sono un tripudio di gusto e salute.

Si tratta infatti di ottimi concentrati di fibre, vitamina C e sali minerali.

Infine, tra i cibi arancioni da mangiare per il bene del nostro organismo non possono mancare le carote, perfette per preparare gustosi purè, torte o soffritti saporiti.

Siete alla ricerca di un trucchetto per potenziare l’azione benefica di questi alimenti? Abbinateli alla curcuma e allo zenzero per ottenere dei risultati ancora più efficaci e sorprendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *