Osteoporosi: alimenti da non abbinare per la corretta assunzione di calcio

Nell’osteoporosi l’assunzione di calcio è importante, ma ci sono elementi che se abbinati in modo sbagliato rischiano di ridurre il calcio nell’organismo.

Osteoporosi e assunzione calcio
Osteoporosi (AdobeStock)

Innanzitutto è bene delineare che tipo di malattia è l’osteoporosi. È una “malattia dello scheletro che rende le ossa più fragili aumentandone il rischio di fratture“. All’origine di questa malattia ci sono il deterioramento dell’architettura del tessuto osseo con la conseguente riduzione della massa ossea. Le ossa sono un tessuto vivo che si rimodella continuamente, la densità massima ossea la si raggiunge a circa 20 anni, stabilizzandosi a circa 30 mentre con l’invecchiamento sopraggiunge uno squilibrio dove il processo di riassorbimento osseo è più lento.

È in età avanzata che questa malattia colpisce maggiormente infatti. Le principali cause sono la riduzione della densità ossea, la limitata attività fisica, riduzione degli ormoni femminili e maschili e la poca assunzione di calcio. Molto importante quest’ultimo fattore. Il calcio, per chi soffre di osteoporosi è fondamentale. Bisogna introdurlo quotidianamente per contrastare i sintomi della malattia.

Ti potrebbe interessare anche >>> Semi di sesamo: perché bisogna introdurli nella propria dieta

Cibi da non abbinare per una corretta assunzione di calcio per l’osteoporosi

Osteoporosi e assunzione di calcio
Legumi (Pixabay)

Avere una dieta bilanciata è sempre un bene per il nostro corpo, soprattutto se si soffre di determinate malattie. Nel caso dell’osteoporosi, il quale l’assunzione di calcio è fondamentale, l’assunzione di determinati alimenti non favoriscono l’assorbimento di calcio nell’organismo. Secondo il ministero della salute, gli alimenti contenenti calcio non andrebbero mai abbinati con: legumi, spinaci, pomodori, rape, prezzemolo, uva, tè e caffè.

Ti potrebbe interessare anche >>> Come mangiare uno yogurt al giorno può controllare la pressione alta

Gli alimenti integrali e ricchi di fibre andrebbero oltremodo limitati per favorire l’assunzione di calcio. Proteine e sale, invece vanno diminuiti drasticamente in quanto aumentano la perdita di calcio nelle urine. Un altro alimento, che fa sicuramente male e non favorisce l’assunzione di calcio è l’alcol. L’istituto Superiore della Sanità, per chi soffre di osteoporosi, consiglia infatti di assumere massimo un bicchiere di vino al giorno. Per concludere, per trattare l’osteoporosi con una dieta bilanciata, è sempre meglio sentire il parare di un medico prima per non commettere errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *