Vincisgrassi: primo piatto marchigiano da non confondere con le lasagne

Vincisgrassi, vincesgrassi o swincisgrassi è un invitante primo piatto tipico della cucina tradizionale marchigiana. Vediamo in cosa consiste.

vincisgrassi
(Foto Screen YouTube)

Il nome un po’ particolare di questo piatto sarebbe in onore al generale austriaco Alfred von Windisch-Graetz che nell’assedio di Ancona del 1799, avrebbe combattuto e vinto contro le truppe napoleoniche, che si erano asserragliate in città.

Il generale avrebbe molto gradito il piatto e la cuoca glielo dedicò. Siccome poi il nome era un po’ complicato da pronunciare per semplificazione ed italianizzazione diventò “vincisgrassi”.

Tuttavia, questa è solo una delle tante leggende su questo gusto primo piatto dal nome stravagante. Ciò che però più ci premo e insegnarvi la ricetta. Scopriamo insieme ingredienti e preparazione.

Vincisgrassi

Vincisgrassi e non lasagne, attenzione a non confonderli e soprattutto a sottovalutare le differenze.

lasagne
(Foto Pexels)

La differenza tra vincisgrassi e lasagne potrebbe a prima vista non saltare agli occhi ma di certo il palato se ne accorgerà.

Nei Vincisgrassi il ragù è preparato con carne tagliata grossolanamente e non macinata, mentre la besciamella è più soda.

Inoltre, la presenza delle spezie (noce moscata e chiodo di garofano) deve essere più avvertibile che nelle lasagne.

Ingredienti per la preparazione dei Vincisgrassi:

  • 500gr di lasagne all’uovo
  • 300gr di passata di pomodoro
  • 200gr di polpa di carne di suino
  • 200 gr di polpa di carne bovina
  • 200 ml di brodo di carne
  • 350gr di rigaglie di pollo
  • 1 costa di sedano
  • sale q.b.
  • 1cipolla
  • pepe q.b.
  • 1 carota
  • 100 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • olio EVO q.b.
  • 100 gr pancetta

Potrebbe interessarti anche:Menu dell’Immacolata: da nord a sud tutti i piatti della tradizione

Procedimento

Iniziate con il tagliare finemente il sedano, la carota e la cipolla per poi metterli in una casseruola a rosolare con dell’olio extravergine d’oliva insieme alla pancetta, per 5 minuti.

Tagliate a listarelle la pancetta e i vari tagli di carne (maiale, il manzo e infine le rigaglie di pollo) in pezzi piccoli.

Unite il manzo e il maiale alle verdure in casseruola e lasciate cuocere per circa 10 minuti, fino a quando la carne raggiungerà un colorito bruno.

A questo punto, aggiungete la passata e aggiustate di sale e di pepe, solo ora sarà il momento di aggiungere al sugo anche le rigaglie di pollo.

Mescolate con un cucchiaio di legno e coprite con un coperchio. Lasciate cuocere per circa 90 minuti, girando di tanto in tanto (aggiungendo del brodo se il ragù dovesse seccarsi).

Una volta pronto il ragù che dovrà essere ben cotto e addensato, potete assemblare i vincisgrassi in una pirofila dai bordi alti.

Iniziate mettendo qualche cucchiaio di sugo sul fondo, per poi poggiare il primo strato di pasta, coprite poi con un cucchiaio abbondante di ragù e un cucchiaio di parmigiano grattugiato.

Dovete andare avanti alternando gli ingredienti, fino a formare almeno una decina di strati (è una caratteristica del Vincisgrassi).

Terminate con un ultimo strato di ragù e una manciata abbondante di parmigiano. Non vi resta che cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.

Non appena si sarà formata una bella crosticina dorata sulla superficie i vostri Vincisgrassi saranno pronti per essere gustati.

Buon Appetito e Buone Feste a tutti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *