Dieta con spinaci per regolare l’intestino e rafforzare il sistema immunitario

Gli spinaci, essendo ricchi di fibre e vitamine e poveri di calorie, si rivelano essere un alimento prezioso per qualsiasi dieta. 

dieta spinaci
Insalata di spinaci (Pixabay)

Gli spinaci appartengono alla famiglia delle Amaranthaceae e fanno bene al nostro organismo perché sono ricchi d’acqua, hanno un basso apporto calorico e sono una valida fonte di carotenoidi, vitamina C, E, K, acido folico, fibre e luteina.

Aggiungere gli spinaci alla dieta può quindi essere una scelta utile per regolare l’intestino favorendo il transito intestinale, rafforzare il sistema immunitario e proteggere la salute di cuore e occhi. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –> Come migliorare la circolazione del sangue: i cibi indicati

Dieta con spinaci su consiglio della Dott.ssa Schirò

dieta spinaci
Spinaci (Pixabay)

La dieta con spinaci elaborata dalla Dott.ssa Valentina Schirò prevede l’assunzione di spinaci anche due o più volte la settimana. Ma l’esperta sottolinea: “L’importante è che però vengano alternati ad altri tipi di verdure di stagione, sia crude che cotte, per far sì che la nostra alimentazione sia varia e consenta l’approvvigionamento di tutti i nutrienti necessari per il nostro stato di benessere”. 

Gli spinaci presentano una quantità di ferro elevata, ma in una forma non assorbibile da parte dell’organismo. La presenza però di una buona quantità di vitamina C, essenziale per l’assorbimento del ferro, rendono gli spinaci perfettamente abbinabili ai cibi a maggiore contenuto di questo minerale, come ad esempio il pesce, il cavallo, il pollo o il manzo.

Ma per la dieta è consigliabile assumere anche gli spinaci surgelati? Certo che sì. La surgelazione, spiega la Dott.ssa Schirò, consente di preservare le proprietà nutrizionali e garantisce la salvaguardia, dal punto di vista igienico, dell’alimento. Dopo l’acquisto, se non si vogliono consumare subito, è però necessario conservare gli spinaci nel freezer per non creare alcuna alterazione al prodotto. L’ideale sarebbe poi consumarli crudi invece che cotti. Questo per evitare di disperdere nell’acqua di cottura i minerali e non danneggiare la vitamina C e i folati, in quanto termosensibili.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –> Come introdurre le verdure nei propri pasti in modo semplice e appetitoso

Come abbiamo detto, gli spinaci sono una fonte molto importante per il nostro organismo, ma non per questo sono verdure prive di controindicazioni. La presenza di ossalati di calcio, infatti, rende questo alimento rischioso per chi soffre di calcoli renali, per chi presenta decalcificazione ossea o una frattura ossea, questo perché questo acido riduce di molto l’assorbimento di calcio. Per l’alto contenuto in fibre, infine, gli spinaci sono sconsigliati in caso di sindrome di colon irritabile e diarrea. (Serena Ponso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *