Come rimuovere lo smalto dalle unghie: non serve l’acetone

Togliere lo smalto dalle unghie, lo sapevi che l’acetone non è così strettamente indispensabile? Ecco qualche metodo alternativo

togliere-smalto-unghie
cura delle unghie (da pixabay)

Hai le unghie smaltate ma dell’acetone non è rimasta nessuna traccia? Non disperare, su questo ancora una volta tornano in auge, sempre validi e molto utili, i rimedi della nonna. Infondo l’acetone si è reso così popolare solo con l’avanzata della qualità dello smalto, che rimane sulle unghie sempre più denso e tenace: detta in parole semplici, si toglie con più difficoltà.

Nonostante questo ci sono degli ottimi modi in alternativa all’acetone. Inoltre bisogna sempre considerare che questo è un potente solvente industriale e quindi in potenza danneggia le unghie, o almeno le indebolisce. Magari scoprirete che vorrete sempre ricorrere a questi metodi, non acquistando mai più il prodotto chimico. Vediamoli subito.

Ti potrebbe interessare anche->La dieta di Lewis Hamilton, la svolta nella vita e nella carriera

Come rimuovere lo smalto dalle unghie: l’acetone è superato

togliere-smalto-unghie
estetista (pixabay)

Il metodo a cui alludiamo è quello che prevede l’uso di limone e aceto di vino. Immergete prima per dieci minuti le mani in acqua calda così che lo smalto si ammorbidisca e più facilmente venga via. Spremete un limone in una ciotolina e immergendo un batuffolo, strofinate le unghie. Ugualmente ripetete l’operazione con una ciotolina di aceto. Se serve, ripetete il ciclo più di una volta.

Ti potrebbe interessare anche->Dieta e malattie neurologiche: la ricerca dell’Università di Udine

Un’altra alternativa valida è quella di creare un solo composto, unendo assieme sia il succo di limone sia l’aceto di vino. L’unica cura che dovete avere se optate per questo secondo metodo è di mixare in parti uguali i due componenti. Immergete quindi il vostro batuffolo di ovatta, avvolgete le unghie e strofinate. Questi metodi naturali sono verosimilmente sulle vostre unghie molto più delicati, pur essendo ugualmente efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *