Quando preoccuparsi dei linfonodi ingrossati sotto le ascelle?

Avere linfonodi ingrossati sotto le ascelle fa preoccupare, ma ci sono diverse cause per il quale si gonfiano. Scopriamo quindi quando è ora di preoccuparsi.

linfonodi sotto ascella
Ascella (AdobeStock)

Il linfonodo può rappresentare uno forte campanello d’allarme derivante dal nostro corpo. Infatti quando si ingrossano significa che di certo qualcosa non funziona correttamente. Ma molte possono essere le cause dell’ingrossamento dei linfonodi ascellari e non sempre c’è motivo di preoccuparsi. Linfoma, infiammazione o semplicemente, follicolite?

Nella maggioranza dei casi, quando un linfonodo sotto l’ascella si gonfia, non c’è motivo di allarmarsi. La causa più comune è infatti la follicolite. La follicolite è l’infiammazione del foro del pelo e di conseguenza attacca la ghiandola sudoripara che si trova in corrispondenza. Benché sia molto fastidiosa, questa è un’infiammazione abbastanza innocua. Un altro sintomo molto comune è l’infiammazione ai linfonodi. Questo capita quando il linfonodo è attaccato da un virus o un batterio, quindi è necessario recarsi dal proprio medico per avere una cura adatta.

Ti potrebbe interessare anche >>> Ascelle: combattere il cattivo odore con prodotti naturali

Quando bisogna preoccuparsi dei linfonodi ingrossati sotto le ascelle

linfonodi gonfi sotto ascelle
Ascelle (Unsplash)

Il tipo di infiammazione a cui bisogna prestare maggiormente attenzione è il linfoma. Il linfoma è un tipo di cancro che guarisce molto facilmente con l’adeguata terapia. Il linfoma si distingue dalla semplice follicolite per la differenza dei sintomi. Infatti, nel caso di linfoma, il gonfiore è abbinato a febbre, eccesso di sudorazione (soprattutto notturna), insonnia e perdita di peso. Il termine scientifico che indica l’aumento delle dimensioni del linfonodo è linfoadenopatia. Avere il linfonodo ascellare ingrossato, a volte è sintomo di un’altra malattia presente nell’organismo quali: sarcoidosi, tumore in altre parti del corpo o nel sangue, AIDS.

Ti potrebbe interessare anche >>> Interventi non invasivi per il tumore alla tiroide, ora è possibile farli

Non c’è un modo per prevenire il gonfiore ascellare in quando è un tipo di infiammazione del quale non si ha il controllo. L’unica cosa che si può fare sono alcuni accorgimenti. Usare una crema apposita per zone sensibili per esempio. Infatti alcune persone presentano una pelle più sensibile di altre. Inoltre, dopo la depilazione, la pelle risulta arrossata e più sensibile, quindi invece di usare un deodorante aggressivo meglio applicare una pomata delicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.