Batteri potenzialmente letali, attenzione a questi oggetti

Batteri pericolosi: fai attenzione a questi oggetti; si annidano qui dove non ci aspettiamo motivo per cui dovremmo rispettare delle norme

batteri-dove-sono
(da pixabay)

I batteri vivono ovunque e, su questo c’è poco da fare. La cosa non dovrebbe causare particolari allarmismi. Per quanto riguarda i batteri pericolosi, sappiamo già dove guardare: o almeno lo sappiamo la maggior parte delle volte. Sappiamo che il bagno è una delle zone della casa più infestate, sappiamo che un veicolo certo è sicuramente la spugnetta per i piatti, sappiamo che le chiavi di casa neppure scherzano però qualcosa ci sfugge. E ci sfugge qualcosa che farebbe meglio a non sfuggirci: su questo oggetto si annidano molti batteri e anche pericolosi, motivo per cui dovremmo attuare alcune norme igieniche. Vediamo di cosa si sta parlando.

Ti potrebbe interessare anche->Tradizioni a tavola per Capodanno, il significato dei cibi che mangiamo

Ecco a cosa dobbiamo fare attenzione per i batteri

batteri-dove-sono
(da pixabay)

L’oggetto, o meglio gli oggetti, incriminati sono i trucchi. Esatto, il make-up. Sui nostri amati mascara e similari, si annidano batteri del calibro di escherichia coli e stafilococchi.

Ti potrebbe interessare anche->Albero di Natale millefoglie, il dolce delle feste di Benedetta Rossi

A dimostrarlo è uno studio dell’ Aston University pubblicato sul Journal of Applied Microbiology: i più pericolosi sono nell’ordine mascara, spugnetta e lucidalabbra. Cosa si deve fare per evitare, diciamo così, questi spiacevoli inconvenienti? Dobbiamo anzi tutto rispettare la scadenza del prodotto e non protrarlo in eterno finchè non finisce. Fate attenzione anche all’aspetto esteriore, se si presenta maleodorante e, nel caso di mascara e lucidalabbra, particolarmente viscoso e di consistenza alterata? Inoltre, i trucchi che possono, e non si danneggiano a contatto con l’acqua, andrebbero lavati: la spugnetta del viso, con cui stendiamo e picchiettiamo, andrebbe lavata almeno una volta ogni due giorni e spesso sostituita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.