Rimedi fai da te, perché dovresti sempre prestare attenzione

Rimedi fai da te, perché dovresti sempre prestare attenzione a prendere decisioni da te. Con la salute non si scherza e dovremmo sempre rivolgerci al medico

attenzione-rimedi-fai-da-te
(Da pixabay)

Spesso, quando abbiamo un problema ci apprestiamo a fare da noi, consegnandoci a qualche rimedio fai da te, che abbiamo letto da qualche parte. Nulla di male in questa volontà, peccato però che spesso i classici “rimedi fai da te” hanno effetti altri di cui non ci viene detto e che ci troviamo a subire passivamente. Motivo per cui rimane ever-green l’invito a rivolgersi sempre ad un medico o a uno specialista quando notiamo l’insorgere di un problema legato alla nostra salute.

Chiariamoci, non che debba esserci una sorta di demonizzazione dell’aiuto che possiamo recarci stando in casa e seguendo antiche tradizioni ma dovremmo avere un approccio meno “da fedele” e più critico. Passiamo alla sostanza: quali sono questi rimedi che fanno male? oggi ne smascheriamo due, tra i più classici.

Ti potrebbe interessare anche->Lievitazione naturale: cos’è, come funziona e in che modo realizzarla a casa

Rimedi fai da te, facciamo sempre attenzione

attenzione-rimedi-fai-da-te
(da pixabay)

Il primo rimedio destinato, mi passerete il termine, alla berlina è l’acqua e limone. Alcuni l’assumono come digestivo, altri per non sopravvenuti motivi la bevono al mattino, convinti di chissà cosa. L’acqua e limone, specie se bevuta al mattino a stomaco vuoto, fa davvero male. Il limone è acido per eccellenza e può provocare acidità allo stomaco e rovinare lo smalto dei denti, provocando quel doloroso fastidio caratteristico dei denti iper-sensibili.

Ti potrebbe interessare anche->Pane proteico senza farina: aiuta a ridurre colesterolo e glicemia, la ricetta

Altro rimedio da tenere d’occhio è invece l’acqua e bicarbonato: anche questa potrebbe provocare importanti disturbi a livello gastrico, cose come il naturale gonfiore introdotto dall’aria del bicarbonato, flatulenza, diarrea e anche nausea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *