Tariffe telefoniche, aumenti inattesi: da due anni paghiamo senza saperlo

In materia di tariffe telefoniche abbiamo conosciuto a volte delle lievitazioni poco piacevoli da parte dei soggetti del settore, ma ci sono cose che non sappiamo.

Tariffe telefoniche gli aumenti inattesi
Tariffe telefoniche gli aumenti inattesi Foto dal web

Tariffe telefoniche, siamo alle solite. Per milioni di utenti di alcune delle principali società attive nel settore della telefonia mobile hanno scoperto solo ora quello che è l’aumento dei prezzi avvenuto in precedenza. Il riferimento è a chi ha una o più simcard attive con Tim, Vodafone e Wind 3.

Le tre società hanno infatti attuato un innalzamento delle tariffe telefoniche, nel corso degli ultimi due anni. E la media calcolata di questi rincari, secondo quanto fa sapere tariffe.it, ammonta a 43 euro. Media che, per quanto riguarda ogni mese, ha visto un aumento del 7,5% circa. Prendendo in riferimento anche quanto accaduto nel 2019 e nel 2019 si riscontrano degli aumenti pari rispettivamente a 20,88 euro ed a 22, 44 euro.

Viene fuori anche che le tariffe telefoniche dei soggetti più noti e più importanti sarebbero avvenuti alquanto in silenzio, e comunque senza alcuna remora da parte loro. Invece altre compagnie quali Iliad, Kena Mobile, Ho.Mobile ed altre non hanno fatto lievitare verso l’alto le loro tariffe.

Tariffe telefoniche, gli aumenti “silenziosi”

Foto dal web

Da quel che emerge, non converrebbe restare ancorati sempre allo stesso gestore. E non a caso alcuni soggetti mettono a disposizione diverse offerte davvero allettanti per persuadere gli utenti ad optare per un cambiamento. Cosa che, a conti fatti, converrebbe alquanto al portafogli.

Potrebbe interessarti anche: Assegno unico, tutti i sussidi previsti in base a figli ed Isee: come averlo

Le proposte che attirano nuovi utenti riguardano i giga messi a disposizione per navigare in 4G in internet. Siamo nella media dei trenta o anche più, ed alcune offerte ne offrono anche di infiniti. Il consiglio è uno solo, per evitare di assistere a degli esborsi “silenziosi” dei quali non ci rendiamo neppure conto.

Potrebbe interessarti anche: Calcolo della pensione minima, quando si può ottenere l’incremento

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare sulle bollette? I consigli per evitare le stangate

Basta confrontare quello che abbiamo speso periodicamente negli ultimi tempi con quanto avvenuto ad esempio anche solo un anno fa. E se i numeri che vengono fuori non ci convincono, allora è arrivato proprio il momento per mettersi alla ricerca di qualcosa di più conveniente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *