Come risparmiare sulle bollette? I consigli per evitare le stangate

Si prospetta una mazzata tremenda sulle utenze. Allora come risparmiare sulle bollette? Seguendo questi consigli daremo una grossa mano al nostro portafogli.

Come risparmiare sulle bollette
Come risparmiare sulle bollette Foto dal web

Come risparmiare sulle bollette? Una domanda che esige una risposta il più possibile giusta ed utile, specialmente in un periodo nel quale il costo delle utenze sulle nostre tasche risulterà molto pesante, come non accadeva da anni.

Da gennaio 2022 l’esborso che dovremo affrontare risulterà davvero tremendo, ai limiti del drammatico. Senza interventi appositi da parte del Governo ci sarebbe una media di ben 1250 euro all’anno in più da dovere pagare per gas ed energia elettrica. Una vera e propria mazzata.

L’esecutivo sta comunque lavorando per cercare di creare un materasso che possa attutire il più possibile l’impatto che questi grossi rincari avranno sulle nostre tasche. Tra concepimento di bonus vari, riforme e quant’altro, la spesa da sostenere risulterà comunque ancora alquanto elevata. Dunque, come risparmiare sulle bollette?

Come risparmiare sulle bollette, facciamo così

Foto dal web

Tutto torna utile in gran senso, dai piccoli accorgimenti ad attenzioni che andranno più nello specifico. Ad esempio possiamo staccare dalla presa elettrica tutti quei dispositivi e quegli elettrodomestici che non stiamo utilizzando in quel momento. Infatti, anche se spenti, un televisore o altro continuano comunque a produrre un consumo di elettricità.

Poi, fa sempre bene togliere dalla corrente caricabatterie e simili non collegati a niente, non tenere accese le luci in stanze dove non c’è nessuno ed aprire l’acqua solamente quando entriamo a contatto con essa. Una cosa che non tutti fanno, specialmente quando ci laviamo i denti, tanto per fare un esempio.

Ed ancora, su come risparmiare sulle bollette è assai di aiuto anche impiegare precisi elettrodomestici in orari notturni, come la lavatrice. E visto che in inverno c’è la necessità di doverci proteggere dal freddo, sia di giorno che di notte, possiamo fare riferimento ad abbigliamento domestico pesante, a coperte e piumoni ma anche a qualche accessorio al quale non tutti pensano.

Potrebbe interessarti anche: Due euro falsi, tre semplicissimi trucchi per riconoscerli

Alcuni consigli veramente pratici

Avete mai pensato alla possibilità di utilizzare uno scaldino elettrico od una borsa dell’acqua calda alimentata a corrente? Si tratta di un qualcosa che consuma poco e che, con appena qualche minuto di ricarica, è in grado di offrire un riscaldamento di almeno tre ore alle coperte del nostro letto.

Potrebbe interessarti anche: Cashback di Stato, c’è l’alternativa che rimborsa i tuoi acquisti a Natale

Potrebbe interessarti anche: Esenzione ticket ed altre agevolazioni, ti spettano se hai compiuto 65 anni

Il costo di un buon scaldino parte almeno dai 25 euro, ma si tratta di un esborso irrisorio a fronte della sua efficacia e del risparmio che esso comporterà nella bolletta. Ma stare al calduccio quando fuori si gela non ha prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *