Piatti di plastica, posate ed altro: dove gettare la bioplastica compostabile

I materiali fatti di questo materiale hanno una destinazione precisa dopo il loro utilizzo: vediamo con chiarezza dove buttare piatti di plastica ed altro.

Piatti in plastica compostabile ed altro dove gettarli
Piatti in plastica compostabile ed altro dove gettarli Foto dal web

Piatti di plastica, forchette e bicchieri e quant’altro dello stesso materiale sono stati messi al bando dall’Unione Europea. Il tutto in nome della ecosostenibilità, per ridurre l’inquinamento derivante non solo dalla fabbricazione ma anche dallo smaltimento dei materiali usati.

Le stoviglie ed i piatti di plastica hanno un fortissimo impatto sull’ambiente. Il loro uso aumenta in maniera esponenziale in occasione delle festività, perché si tratta di momenti dove aumentano le occasioni di convivialità da passare assieme, in tanti, attorno alla tavola.

Gli oggetti contestati includono anche buste e vaschette, che spesse volte finiscono con l’avere degli effetti nefasti per la vivibilità dell’ambiente, causando danni enormi anche alla fauna. Le immagini di balene che ingurgitano chili e chili di plastica o di uccelli intrappolati negli anelli delle confezioni di birra sono tremende.

Per questo motivo si è scelto di togliere di mezzo una volta per tutti questi oggetti. Dall’uso sicuramente pratico e comodissimo, ma che portano a conseguenze a dir poco irriparabili. Al loro posto ci sono da un pò di tempo i materiali fatti di bioplastica compostabile. Solo che alcuni non sanno bene dove vanno buttati dopo l’utilizzo.

Piatti in plastica, bicchieri e simili in compostabile: devi buttarli qui

Foto dal web

Ebbene, tutto quanto va messo all’interno della spazzatura dell’umido organico. Parliamo nel dettaglio di piatti, bicchieri, posate, sacchetti dell’ortofrutta, vachette e quant’altro, che però devono riportare la dicitura “bioplastica compostabile”.

Potrebbe interessarti anche: Assegno unico, tutti i sussidi previsti in base a figli ed Isee: come averlo

Tale indicazione, assieme ai relativi marchi che ne accertano e ne legittimano la compostabilità, devono trovarsi sugli imballaggi e sulle confezioni. Altrimenti, in loro mancanza, gli oggetti in questione vanno debitamente ripuliti e gettati nella plastica.

Potrebbe interessarti anche: Calcolo della pensione minima, quando si può ottenere l’incremento

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare sulle bollette? I consigli per evitare le stangate

Ad ogni modo è sempre bene informarsi a dovere e procedere con una adeguata e corretta raccolta differenziata, allo scopo di fare del bene al pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.