Spaghetti ai frutti di mare: gli errori da evitare

Gli spaghetti ai frutti di mare sono un piatto tipico della nostra cucina mediterranea, abbastanza semplice da preparare ma da non sottovalutare, poiché molto spesso cadiamo in alcuni errori.

spaghetti frutti mare errori
Spaghetti ai frutti di mare (Pixabay)

Basta solo un assaggio di questo piatto per essere immediatamente catapultati in spiaggia, di fronte al mare. Non solo grazie al gusto, ma anche l’olfatto ci suscita la stessa sensazione, grazie al sentore di iodio che questo piatto emana.

Si tratta di un piatto della tradizione mediterranea ma ormai è cucinato e apprezzato in ogni parte d’Italia, proprio grazie al suo sapore e alle emozioni che suscita.

Considerato un piatto molto semplice da preparare, a dire il vero cela degli errori che molto spesso commettiamo. Vediamo insieme quali sono.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Spaghetti alla Pupatella, la tradizione partenopea in tavola: gli ingredienti

Gli errori che molto spesso commettiamo durante la preparazione dell’insalata di mare

spaghetti frutti mare errori
Spaghetti di mare (Pixabay)

Cozze, vongole e cannolicchi sono gli ingredienti principali insieme a pomodoro e aglio, ma è possibile realizzare diverse varianti. Occhio però a non cadere in alcuni errori che molto spesso si fanno.

  1. Si è soliti inserire solo i crostacei all’interno degli spaghetti, eppure la commistione conchiglie e frutti di mare è davvero sublime e molto apprezzata. In vari ristoranti, infatti, se ci fate caso troverete questo piatto composto sia da crostacei, specialmente gli scampi e i gamberi, sia le conchiglie, in genere semilune rosate dal sapore molto dolce.
  2. Per quanto riguarda il sugo, invece, si tende a prediligere la passata invece dei pomodori freschi. Sbagliato! Trattandosi di un piatto fresco, anche il pomodoro è meglio che sia fresco per la preparazione del sugo. Questa scelta è d’obbligo in estate, quando i pomodori raggiungono il massimo del loro profumo e del loro sapore. Tra i diversi tipi è meglio scegliere i ciliegini o i datteri. Questi, infatti, risultano essere i più adatti, poiché in grado di mantenere la loro consistenza.

Vediamo ora la ricetta nel dettaglio. Gli ingredienti per 4 persone prevedono: 5 kg tra cozze, vongole, cozze e cannolicchi, 400 g di spaghetti trafilati al bronzo, 450 g di pomodorini, basilico o prezzemolo, 1 spicchio di aglio, pepe nero e olio extravergine di oliva.

Preparazione

Come prima cosa spurgate vongole e cannolicchi, pulite le cozze e fate cuocere ogni mollusco per 5 minuti in pentole separate. Una volta che tutte le conchiglie saranno aperte, toglietele dal fuoco e successivamente recuperate l’acqua di cottura di tutti i molluschi, in modo tale da poterla filtrare e metterla da parte.

Munitevi di una padella capiente e usatela per far rosolare l’aglio in poco olio. Quando questo sarà dorato, aggiungeteci i pomodorini tagliati a metà e cuoceteli per 5 minuti. Aggiungete poi le conchiglie, sgusciate in parte, e l’acqua rilasciata in cottura. Fate cuocere il tutto per altri 5 minuti.

Allo stesso tempo fate bollire l’acqua in una pentola, immergetevi gli spaghetti e fateli cuocere fino a 5 minuti prima della cottura. Poi scolateli, facendo bene attenzione a conservare due cucchiaini d’acqua, e unite gli spaghetti al sugo di pesce. Fate risottare per qualche minuto e aggiungete  l’acqua se necessario.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >

Aggiungete il sale se ce n’è bisogno, il prezzemolo tritato o il basilico e spolverate il tutto con un po’ di pepe. Gli spaghetti ai frutti di mare sono pronti per essere serviti. Vedrete che differenza rispetto a quelli che avete sempre mangiato! (Serena Ponso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *