La bevanda migliore per chi ha il colesterolo alto

Se hai il colesterolo alto non temere, c’è una bevanda che può fare proprio al caso tuo, poiché è in grado di abbassare il colesterolo.

bevanda colesterolo alto
Frutta e bevanda (Pixabay)

Il colesterolo è necessario per il nostro corpo, poiché gli permette di funzionare correttamente e di generare le cellule che ci permettono di far funzionare il nostro organismo. Ma quando ne hai troppo? In questo caso può aumentare eccessivamente il rischio di malattie cardiache e di ictus, con effetti collaterali dannosi.

A tutto però c’è una soluzione. Comincia a regolare il tuo stile di vita adottando comportamenti sani, ad esempio riduci il consumo di alcol, smetti di fumare e consuma cibi e bevande più sani.

A proposito di bevande, ne esiste una in particolare che è indicata proprio per chi ha alti livelli di colesterolo. Vediamo di quale bevanda si tratta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Colesterolo alto: mangiare lentamente riduce il rischio

Chi ha il colesterolo alto dovrebbe assumere questa bevanda

bevanda colesterolo alto
Bevanda ai mirtilli rossi (Pixabay)

I mirtillo (Vaccinium macrocarpon), originario della parte nord-orientale del Canada e degli Stati Uniti, è un frutto dalle innumerevoli proprietà. Utilizzato inizialmente per le tinture alimentari e in tessuto, i mirtilli venivano impiegati anche per trattare le ferite infette.  Successivamente, grazie ad alcuni studi, si è scoperto che questo frutto è particolarmente adatto anche per prevenire la carie dentale, le ulcere gastriche e le infezioni del tratto urinario. Ma soprattutto per abbassare il colesterolo e quindi per migliorare la salute del cuore.

Ma come mai questo frutto è così benefico per il cuore? Probabilmente grazie ai fitochimici che contiene. I mirtilli sono anche ricchi di polifenoli, che sono noti per ridurre l’infiammazione. Queste sostanze chimiche sembrano influenzare anche i livelli di colesterolo. I mirtilli contengono inoltre potenti antiossidanti, in grado di aiutare a ridurre i livelli di colesterolo “cattivo” e aumentare quello “buono”.

La forma che è stata maggiormente studiata per l’assunzione di questo frutto è il suo succo. Vi sono però anche dei dati sul consumo di supplementi di estratto di mirtillo, anch’essi in grado di abbassare il colesterolo. Da uno studio menzionato su it.approby.com è emerso che il succo di mirtillo sia in grado di aumentare il colesterolo buono (HDL), in media del 7%. Per ottenere questi benefici, i partecipanti hanno consumato da 500 a 600 ml al giorno di succo di mirtillo, per un massimo di tre mesi.

Il consumo del succo di mirtillo sembra che non abbia influenzato i livelli di colesterolo cattivo (LDL) dei partecipanti, tranne il colesterolo ossidato (LDL), leggermente diminuito in alcuni studi. Anche i trigliceridi non hanno subito variazioni, ad eccezione di un caso attribuito all’elevata quantità di zucchero nella bevanda a base di succo di mirtillo rosso.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Colesterolo alto: una delle cause individuate nella plastica, lo studio

In conclusione, nonostante alcuni studi abbiano dimostrato che il mirtillo sia in grado di abbassare il colesterolo, non bisogna fare affidamento solo su questo frutto per raggiungere tale scopo. Abbiamo infatti visto che all’interno del succo si trovano alti livelli di zucchero che non sempre fanno bene. La cosa migliore è dunque quella di accompagnare l’assunzione di questo succo a comportamenti corretti. (Serena Ponso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *